RoFF17: bilancio positivo con un gran finale pop

Festa del Cinema 2022: Bilancio positivo per il Concorso. L’emozione di un incontro speciale con la scrittrice Premio Nobel Annie Ernaux per concludere il Festival. Chiusura pop fino a domani con Sono Lillo e Boris 4 per il pubblico più giovane

Un gran finale lungo due giorni, il sabato con i premi del concorso per chiudere il Festival e fino a lunedì una ‘coda’ pop perché la Festa lasci ancora ancora un segno in città sul pubblico più giovane: oggi e domani nei due Auditorium, Parco della Musica e Conciliazione,  si accendono ancora, infatti, i riflettori sulla risata con Sono Lillo che aprirà il 2023 su Amazon Prime e la nuova serie di Boris, la numero 4, destinata stavolta a Disney Plus ma il red carpet è stato affollato anche per il cinema che ha regalato ancora emozioni e protagonisti del cinema italiano con Edoardo Leo e Barbara Ronchi con il cast di Era ora di Alessandro Aronadio, poi la squadra dei comici che Lillo-Posaman ha intorno a sé trasformando gli sketch di Lol in una nuova serie in cui si ride sempre molto attraverso l’umanità surreale delle storie che s’intrecciano prima degli ultimi fuochi d’artificio, con il ritorno  – infine – del supercast di Boris. Il pubblico più popolare, non c’è dubbio, potrà davvero essere soddisfatto di quest’ultimo week end che si replica nei cinema romani impegnati a sostenere questa prima Festa ‘diffusa’, che l’anno prossimo sarà maggiorenne, con l’ultima mitragliata di titoli. Ma com’è accaduto nell’incontro conviviale che ha segnato la fine del Festival l’immagine più vicina alla qualità degli ospiti più vicini al cotè intellettuale di quest’edizione ecco l’ultima foto di gruppo del Festival Palazzo Farnese con il debutto del nuovo Ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano, in onore di Annie Ernaux, appena insignita del Premio Nobel per la Letteratura e degli ospiti internazionali premiati e giurati, capitanati da Louis Garrel, che ama talmente Roma da parlare ormai un italiano quasi perfetto, spesso ospite di Villa Medici nei suoi frequenti soggiorni nella capitale.

“Il cinema italiano è uno di quelli che mi ha più segnato. Nel mio libro L’événement parlo del film di Ermanno Olmi Il posto e forse il titolo del mio libro La Place viene da lì.” Ha raccontato al pubblico in un incontro emozionante nella sua semplicità Annie Ernaux. “Anche La strada di Fellini è stato molto importante per me e Gli anni è stato influenzato da Ballando ballando di Ettore Scola. C’è una forza del vostro realismo che manca al cinema francese” ha concluso, con un cenno all’importanza dei dialoghi di un cinema d’autore italiano così ‘parlato’. Con le immagini della sua vita quotidiana ripresa nel collage dei super8 di suo figlio il documentario presentato a Roma svela in filigrana l’affermazione della sua vocazione letteraria, l’insoddisfazione per la vita di moglie, la riflessione sulla divisione dei ruoli e hanno reso davvero prezioso il momento che la Festa ha regalato anche alla memoria di una scrittrice.  E a proposito di madri e figli, è stato ancora un film a mettere a fuoco ancora una volta l’immagine indimenticabile di un’attrice speciale come Virna Lisi.
Tornando all’ultimo atto del Concorso, con i premi  ecco i bilanci di Gian Luca Farinelli, Presidente, e Paola Malanga direttrice artistica soddisfatti per una scommessa vinta  “con  un modello diverso da quello degli ultimi anni, competitivo, con i film ricercati in tutto il mondo, attenzione a opere prime e seconde ma anche di autori già consacrati”. Come gli schermi sono ovviamente aunentati i numeri: più accrediti e più pubblico oltre il miracolo degli ultimi due anni che hanno reso speciali nonostante le difficoltà le edizioni della pandemia. E se un titolo su tutti svetta  tra le anteprime non c’è dubbio che il ‘colpo’ più riuscito sia stato The Fabelmans di Steven Spielberg che vedremo dal 22 Dicembre in sala.
Tra i premi ha trionfato su tutti January miglior film premiato per la regia e il protagonista e a ritirare i premi emozionato c’è stato il regista Viesturs Kairiss. “Speriamo di rivedervi altrettanto numerosi a Roma per l’edizione che ci renderà maggiorenni” ha concluso la serata affidata all’ironia di Geppi Cucciari. Nel palmarès l’immagine di una Festa molto attenta al cinema italiano, ma anche internazionale e ricca di generi diversi. A grande maggioranza le giurie hanno amato per esempio lo spagnolo Ramona, al quale è andato anche l’apprezzamento di Calo Verdone, Teresa Mannino e Marisa Paredes per la commedia. Oltre 5 mila gli accrediti, più di 46 mila in attesa del dato finale gli spettatori. E dice Malanga: “Certo tutti nelle scelte hanno perso qualcosa ma come al ristorante non si mangia tutto, ma se c’è qualcosa di buono da assaggiare si torna. Ecco perchè non abbiamo intenzione di cambiare“.
Bilancio positivo anche per Fabia Bettini e Gianluca Giannelli – direttori artistici di Alice nella Città, alla sua 20ma edizione quest’anno – oltre il successo per l’arrivo di Russell Crowe – con 42 mila  presenze e l’aumento degli accreditati, 81 proiezioni complessive e grande presenza delle scuole. Anche per Alice la chiusura prolungata oltre i bilanci, non solo con la condivisione di Boris 4 ma con il sogno della Lamborghini nel film che chiude in anteprima.

 

Ecco di seguito tutti i premi

Festa del Cinema-I premi del Festival

Concorso Progressive Cinema:

Miglior film                                                         January di Viesturs Kairiss

Premio della Giuria                                          Jeong-sun di Jeong Ji-hye

Premio Migliore Regia                                  Viesturs Kairiss per January

Premio ‘Monica Vitti’ Miglior Attrice         Kim-Kun Soon per Jeong-sun

Premio ‘Vittorio Gassman’Miglior attore  Kārlis Arnolds per January

Migliore sceneggiatura                                Andrea Bagney per Ramona

Premio Speciale della Giuria                        Foudre di Carmen Jaquier

Menzione Speciale della Giuria                    all’attrice Lilith Grasmug per Foudre

———————

Premio miglior opera prima BNL BNP PARIBAS     Causaway di Lila Neugebauer

Menzione speciale                                                            Foudre di Carmen Jaquier

Menzione speciale                                                            Ramona di Andrea Bagney

———————-

Premio ‘Ugo Tognazzi’ alla Commedia                    What’s Love got to do with it di Shekhar Kapur

Menzione Speciale                                                        Ramona di Andrea Bagney

———————–

Premio del pubblico FS                                                 SHTTL di Ady Walter

——————————————————————————————————————

 

Alice nella città

Miglior Film                                                                                                              Summer Scars di Simon Reith

Menzione Speciale                                                                                                  Il Cerchio di  Sophie Chiarello.

Premio Raffaella Fioretta per Il Cinema Italiano                                            Primadonna di Marta Savina.

Premio DO-CINE Rising Star Award

al Miglior Giovane Interprete Internazionale                                                  Mallory Manecque per il film Les Pires.

Premio RB CASTING al Miglior Giovane Interprete Italiano                      Giuseppe Pirozzi per il film Piano Piano

Menzione Speciale                                                                                                  Lorenzo Richelmy per L’uomo Sulla Strada

Premio Corbucci                                                                                                      Signs of Love di Clarence Fuller.

 

Cortometraggi

Miglior Corto  Alice 2022                                                                           Torto Marcio di Prospero Pensa

Menzione Speciale                                                                                       File di Sonia K. Hadad.

Premio Del Pubblico per il Cortometraggio                                          Caramelle di Matteo Panebarco.

Premio Premiere Film                                                                                Torto Marcio di Prospero Pensa,

Premio Rai Cinema                                                                                     Extra Ossa di Catrinel Marlon e Daniele Testi

Premio Rai Cinema Channel                                                                    Jamal Tosmal di Martina Pasto.