Week end al cinema: i film in sala 24 e 25 settembre

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: il ritorno di Avatar tra Don’t worry darling con Harry Styles, Ti mangio il cuore con Elodie, l’emozionante I figli degli altri di Rebecca Zlotowski. E il cinema entra in cucina con Tuesday Club, Il talismano della felicità

Sulla scia di una settimana iniziata con le sale finalmente accese (e soprattutto il biglietto promozionale a 3 euro e 50) il cinema apre un week end all’insegna delle grandi emozioni e, se fosse un colore, senza dubbio del blu. Quello inevitabilmente di Avatar visto che l’epica avventura diretta da James Cameron, Premio Oscar® 2009, è di nuovo in sala anche in una straordinaria edizione in 4K HDR che anticipa (il 14 Dicembre nelle sale italiane) Avatar: La Via dell’Acqua, primo sequel diretto da James Cameron del film che vanta il maggior incasso di tutti i tempi. Ambientato più di dieci anni dopo gli eventi del primo film, Avatar: La Via dell’Acqua racconterà a Dicembre la storia della famiglia Sully (Jake, Neytiri e i loro figli) e del pericolo che li insegue per sopravvivere. Sarà di nuovo diretto e prodotto da Cameron (sempre con Zoe Saldana, Sam Worthington, Sigourney Weaver e stavolta anche Kate Winslet, tra gli altri, nel cast). A 12 anni dall’uscita del primo film Cameron è fiero intanto di rilanciare l’Avatar dei record certamente inedito per molti ventenni di oggi, certo che sia stato il film che ha lanciato una nuova idea del cinema spettacolare. Con nove candidature all’Oscar e tre statuette vinte quel film torna quindi sugli schermi sulla scia del successo planetario anche per la tecnologia in 3D e IMAX che utilizzò rivoluzionando la stessa visione con effetti più che speciali e soprattutto un messaggio forte per la natura. Ambientato nel 2154 è l’avventura spettacolare per salvare la natura incontaminata di Pandora, una missione impossibile per l’ marine Jake Sully (Sam Worthington) al quale tocca infiltrarsi tra i nativi di Pandora, attraverso un Avatar del quale però perderà il controllo in una spettacolare avventura in un mondo che racconta la bellezza della natura con immagini eccezionali.

Arriva da Venezia il film che, grazie all’arrivo della popstar Harry Styles, ha infiammato il pubblico con una folla impazzita davanti al Palazzo del Cinema: è Don’t Worry Darling, thriller di Olivia Wilde con Florence Pugh. Un film che – a parte i gossip che hanno accompagnato l’uscita del film nella contesa di Style tra una ex (la regista) e una nuova fiamma già in carica (la protagonista) – oltre la presenza del fascinoso Harry richiama sicuramente per la storia. Alice (Pugh) e Jack (Styles) vivono in una città ‘perfetta’ realizzata da un’azienda sperimentale che ospita, assieme alle loro famiglie, la squadra al lavoro del progetto top-secret Victory. Siamo negli anni Cinquanta e l’ottimismo di un momento di rinascita è incarnato dall’ amministratore delegato della società e dal suo sguardo ottimista e visionario da coach motivazionale Ma nella vita idilliaca del modello Victory si avvertiranno crepe che riveleranno dietro le apparenze ombre più che sinistre …

Ed è potente il contrasto del bianco e nero nel film italiano che arriva sempre da Venezia nelle sale del week end, Ti mangio il cuore del regista pugliese Pippo Mezzapesa che punta nel cast con Francesco Patanè e Lidia Vitale e, soprattutto dalla canzone al cinema sul debutto di Elodie. Il film nasce dal libro di Carlo Bonini e Giuliano Foschini che fotografa la contesa del promontorio del Gargano tra criminali che sembrano appartenere alle leggi di una terra arcaica vissuta come un far west, in cui il sangue chiama sangue e si lava con altro sangue. A riaccendere un’antica faida tra due famiglie rivali è un amore proibito e come

Montecchi e Capuleti e Malatesta odiano i Camporeale fino allo scontro più sanguinoso a causa di una passione fatale che riporta i clan in guerra.

Il film nasce da una storia vera e da un’inchiesta che, intrecciando atti giudiziari inediti, testimonianze di investigatori, magistrati e vittime di un inferno rovente inquadra un amore proibito in un racconto drammatico del quale è protagonista la cosiddetta quarta mafia italiana. E come conclude il libro dal quale il film è ispirato nessuno parla, nessuno vede, nessuno ricorda. Perché il potere si conquista con il sangue.

Ancora da Venezia è in sala I figli degli altri di Rebecca Zlotowski con Virginie Efira, Roschdy Zem e la nostra Chiara Mastroianni. La protagonista, Efira, interpreta Rachel, una donna che vive felicemente tra i suoi studenti e le sue lezioni di chitarra. Quando si innamora di Alì, si lega profondamente a sua figlia di appena quattro anni e si prende cura di lei proprio prende fosse una vera figlia. Desiderando improvvisamente di avere una sua famiglia ma il tempo non fa sconti… e il film offre uno sguardo inedito sul tema della maternità

Con Tuesday Club – Il talismano della felicità, film diretto da Annika Appelin il cinema entra in cucina come sempre più spesso avviene e racconta la storia di Karen che a metà della vita pensa di aver raggiunto un perfetto equilibrio affettivo finchè proprio nel giorno del suo 40esimo anniversario di matrimonio, scopre che suo marito la tradisce. E’ qui che la cucina le offre una seconda possibilità e sarà proprio quel talismano della felicità che corrisponde in Italia ad uno dei testi più antichi di ricette e curiosità culinarie che le offre la chiave per ritrovare un nuovo equilibrio.

Per gli appassionati di Thriller c’è Beast di Baltasar Kormákur protagonista Idris Elba nei panni del dottor Nate Daniels vedovo e padre di due figlie adolescenti, che decide di partire per il Sudafrica, nei luoghi in cui aveva incontrato la moglie scomparsa. Partirà insieme alle sue ragazze, verso una riserva di caccia, gestita da un vecchio amico ma dovrà affrontare un vero incubo in una spaventosa lotta per la sopravvivenza quando un leone, sopravvissuto a bracconieri assetati di sangue, inizierà a perseguitarli, a sua volta minacciato dagli esseri umani.

Per i più piccoli, dalla Spagna, l’animazione di Taddeo l’esploratore e la tavola di smeraldo, storia di un buffo archeologo un po’ impacciato, che finisce per distruggere un raro sarcofago, scatenando un’antica e terribile maledizione, mettendo a repentaglio la vita di tutti i suoi amici.

E infine la commedia: Tutti amano Jeanne di Céline Devaux è la storia decisamente surreale di una donna decisa a cambiare il mondo che finirà però nei guai per un progetto troppo ambizioso destinato, per la sua stessa imprudenza, al naufragio in diretta tv. Andrà in bancarotta e l’unica soluzione per sanare i suoi debiti sarà vendere la casa di famiglia a Lisbona, una scelta talmente dolorosa che Jeanne dovrà fare i conti con la sua coscienza, incarnata da un bizzarro fantasmino che la perseguiterà insinuandole mille dubbi…