Week end al cinema, i film in sala 23 e 24 luglio

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: L’animazione di Peter va sulla luna tra l’Inghilterra anni Venti di Secret love e l’horror thriller di The twin – L’altro volto del male, ma i protagonisti sono sempre action e supereroi

Vincono sempre i supereroi o i protagonisti degli action movie negli incassi (magri) del botteghino di quasi agosto: il cinema d’estate continua ad essere dominato da Thor, Elvis e Tom Cruise ma soprattutto dalla grande offerta delle arene che solo a Roma si contano a decine. Per chi cerca l’emozione del cinema sul grande schermo della sala sono appena usciti, però, almeno tre titoli nuovi.

Il primo da segnalare è Peter va sulla luna di Ali Samadi Ahadi e riguarda i bambini e le famiglie. Offre un’animazione delicata, piena di significati anche pedagogici. È la storia di un bambino che soffre l’assenza di un padre appena scomparso ma soprattutto il bullismo dei compagni di una nuova scuola. Non riesce a distrarlo con le sue fantasie neanche la sorellina Anne che sogna coleotteri parlanti e fatine celesti. Quando però proprio Anne sparisce, proiettata nello spazio da un incantesimo e poi rapita dall’Uomo Luna insieme ad un gruppo di spaventate stelle cadenti, Peter non esita un secondo a superare le sue tristezze e a portarla portarla in salvo in una lunga notte avventurosa
Film di animazione di produzione austro-tedesca, Peter va sulla luna diventa la fantasia notturna di un fratello e di una sorella che hanno bisogno di mettere alla prova il loro legame, una prova tenera più che avventurosa e per questo dedicata soprattutto a chi cerchi di far capire a due bambini come convivere senza gelosie o rivalità e anzi con un’affettuosa complicità. Divertenti i personaggi di contorno che popolano il loro universo: l’Uomo del Sonno, che soffre di narcolessia, la Strega dei Fulmini, particolarmente infiammabile e ancora il Robin della pioggia, la Regina delle nevi e altri spiritelli ispirati alla mitologia.

In Secret love di Eva Husson con Odessa Young, e tra gli altri la partecipazione di Olivia Colman, siamo nell’Inghilterra del 1924 esattamente nel giorno del Mothering Sunday, la Festa della Mamma tra una guerra che ancora mostra le sue ferite e un’altra all’orizzonte. Jane Fairchild, al servigio della famiglia Niven, vive il suo giorno libero per celebrare la festa mentre i coniugi Niven partecipano al pranzo dei vicini, invitati per il fidanzamento dell’unico figlio che non hanno perso a causa della guerra, Paul. Ma l’intreccio si complica perché Jane, che è orfana e non può usare il giorno di riposo che le hanno offerto i suoi “padroni” per festeggiare una madre che non c’è più, ha in animo di trascorrerlo con il suo amante, guarda caso proprio Paul Harrington, che si prepara a un matrimonio di convenienza ma ama in realtà proprio quella ragazza semplice alla quale lo lega una passione autentica. La regista Eva Husson è francese.

Dedicato infine a chi ama il brivido del thriller horror è in sala The twin – l’altro volto del male dove il trauma che genera una trama complicata da suggestioni demoniache è di Rachel e Anthony, genitori che non hanno ancora elaborato il lutto per la perdita in un incidente stradale di Nathan, loro figlio, metà di una coppia di gemelli. E proprio con il ragazzo sopravvissuto, la coppia abbandona gli Stati Uniti per tornare nella vecchia casa di famiglia di Anthony, in Finlandia, lontani da un mondo che evoca solo il dramma appena vissuto. Ma, si sa, le case dei film horror nascondono segreti e demoni e sono di per sé disturbanti fin dalla rappresentazione. In un gioco di ambiguità e in un continuo spiazzamento lo sdoppiamento delle anime gemelle risveglierà la ritualità di arcaici malefici. Film per gli amanti del genere atmosfere in stile noir inquietanti come in The Wicker Man pur in un paesaggio apparentemente quieto e rasserenante come la campagna finlandese…