Week end al cinema, i film in sala 9 e 10 luglio

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Weekend al cinema: Avventura, azione ma anche amore in Thor: Love and Thunder con Chris Hemsworth e Natalie Portman. Commedia con Aldo Baglio in Una boccata d’aria senza Giovanni e Giacomo. E non solo calcio nel documentario su Paolo Rossi – L’uomo. Il campione. La leggenda

 

Questa settimana spetta al martello di un supereroe che stavolta ha anche a che fare con l’amore il compito difficile di abbattere la resistenza del pubblico a tornare nelle sale: con Thor: Love and Thunder, la Marvel ha letteralmente invaso i pochi cinema in prima linea nonostante la diaspora degli spettatori e il Dio del tuono è protagonista stavolta del quarto capitolo delle sua avventure con la regia di Taika Waititi, anche sceneggiatore (e nella versione originale doppiatore di Korg). Va detto subito che nelle sue mani azione, avventura e fantascienza, ingredienti fondamentali nell’epica Marvel amata da milioni di spettatori in tutto il mondo, aggiunge alla saga, grazie all’incontro dei personaggi di Chris Hemsworth e Natalie Portman, anche un tocco inatteso di romanticismo.
Distribuito da Walt Disney Pictures, poco più di due ore di divertimento per chi ama il genere Thor, senza perdere di vista il suo ruolo di divinità anche nell’universo dei fumetti, finisce per avere tratti più umani di quelli che ti aspetti nell’empireo delle super-divinità e affronta perfino un talent show divino nel quale rimane sorprendentemente nudo. Tra i personaggi femminili spicca il fascino di Natalie Portman nel doppio ruolo di Jane Foster e Mighty Thor, Thor invece è ancora una volta Chris Hemsworth mentre la parte del nemico va al Premio Oscar Christian Bale. Nel cast anche Chris Pratt, Russell Crowe, con i camei di Matt Damon, Sam Neil e Luke Hemsworth. Ma il fil rouge della storia è per Thor un viaggio diverso da quelli che ha affrontato finora, alla ricerca della pace interiore, una pausa bruscamente interrotta dall’attacco del killer galattico, Gorr the God Butcher (sì, proprio il ‘macellaio degli Dei’ che è Christian Bale), che minaccia di uccidere tutti gli dei fino alla loro estinzione. Per combattere la minaccia, Thor si affida all’aiuto di Valchiria (Tessa Thompson), Korg (Taika Waititi) e dell’ex fidanzata Jane Foster (Natalie Portman) che finirà per brandire il suo mitico martello magico, Mjolnir, come Mighty Thor. Scopriranno insieme il mistero che spinge il perfido Gorr a volere l’estinzione degli Dei?

Un po’ di leggerezza arriva questa settimana anche nel cinema italiano con Una boccata d’aria, diretto da Alessio Lauria, appena presentato al Taormina Film Fest, con Aldo Baglio (stavolta senza Giovanni e Giacomo). È la storia di Salvo che torna in Sicilia per la morte del padre, in realtà solo per recuperare il casale di famiglia da vendere con l’obiettivo di salvare la sua pizzeria destinata a chiudere. Né la moglie né i figli sanno dei suoi gravi problemi finanziari e lui spera in realtà che non lo scoprano, pagando i debiti con l’eredità paterna. Ma convincere suo fratello sarà impossibile.
È in poche sale ma merita di essere visto sempre dal Taormina Film Fest Le voci sole diretto da Andrea Brusa e Marco Scotuzzi, e qui del trio Aldo Giovanni e Giacomo il protagonista è Giovanni Storti, disoccupato a causa della pandemia e costretto a emigrare in Polonia per cercare una nuova occupazione. Il contatto continuo con la famiglia diventa un supporto quotidiano alla solitudine e alla lontananza: lei (Alessandra Faiella) in videochiamata gli insegna a cucinare e tutti e tre finiscono, grazie al telefono, per cenare insieme ‘collegati’ a distanza ma alla stessa tavola. Quando, grazie al figlio, una delle loro chat a sorpresa diventa virale in rete, la coppia raggiunge una straordinaria popolarità che potrebbe risolvere tutti i problemi economici. Ma potrebbe essere una trappola…

Per gli appassionati di calcio ma non solo una storia personale che va oltre il pallone nel documentario Paolo Rossi L’Uomo. Il Campione. La Leggenda, diretto da Gianluca Fellini e Michela Scolari, documentario su uno dei più amati calciatori di tutti i tempi. Un protagonista del calcio italiano che ricordiamo tra gli eroi del mondiale ’82, che si è concluso con la mitica Italia – Germania. Nel film non si parla solo dei  suoi 3 goal e in particolare di quello segnato proprio nella finale con la Germania Ovest in una partita passata alla storia per una  vittoria che, proprio ne parlò Paolo Rossi, resta “la metafora di un’Italia che crede, che lotta, che spera”, portando il Paese a uscire da una fase storica difficile e pronto alla rinascita. Paolo Rossi resta tra i calciatori il simbolo di quella generazione di campioni che hanno segnato l’età d’oro del calcio e i contributi di tanti compagni di squadra (tra cui Falcao, Platini, Maradona, Zico, Rummenigge e Baggio) ne disegnano il ritratto dimostrando che Pablito, che con la sua determinazione ha dimostrato che, nonostante le cadute, il traguardo si può sempre raggiungere.
Ancora una commedia con Io e Spotty, film diretto da Cosimo Gomez, è la storia di Matteo (il protagonista di È stata la mano di Dio Filippo Scotti), un ragazzo solitario e introverso, che riesce a essere se stesso solo quando torna casa. Lontano dal lavoro e dalla sfera sociale, Matteo inventa al suo alter ego: il cane Spotty. E solo con quel costume si sente veramente se stesso e finalmente libero e felice. Quando cerca un dogsitter incontra Eva (Michela De Rossi), una studentessa fuori sede caotica, precaria, disordinata negli studi come nella vita, ma riusciranno insieme ad avvicinarsi.
In Non Sarai Sola, diretto da Goran Stolevski, infine, la storia di una bambina, che vive in un remoto villaggio tra le montagne della Macedonia del XIX secolo. Sarà rapita  con la complicità della madre dalla “Vecchia Zitella” che vive sola tra le montagne e la terrà con sé fino al sedicesimo compleanno e per un incantesimo la vecchia  la renderà muta. Da qui una storia fantasy-horror di streghe e maledizioni nella quale appare anche Noomi Rapace.