Week end al cinema, i film in sala 2 e 3 luglio

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: La mia ombra è tua con Marco Giallini e Isabella Ferrari, Tenebra per chi ama il thriller, dalla Francia il giallo-rosa Mistero a Saint Tropez e torna in sala con La città incantata, il capolavoro animato di Hayao Miyazaki

È un road movie ma anche una storia sentimentale e di amicizia La mia ombra è tua di Eugenio Cappuccio, viaggio nell’Italia del 2019, su una Jeep di trent’anni prima senza tetto, sportelli e parabrezza, appena presentato al Taormina Film Fest. Un film che parla d’amore, l’amore per una donna, ma anche per la letteratura e forse anche per un padre scomparso troppo presto: il protagonista è Marco Giallini, genio della letteratura contemporanea ma grande sregolatezza nonostante il successo di un best seller, I lupi dentro, ispirato da MilenaIsabella Ferrari), che rientra per caso dopo molto tempo nella sua vita nonostante si sia ritirata in campagna sull’Appennino. Il film, dal romanzo di Federico Nesi, è anche un tatuaggio, che lo scrittore si fa incidere sulla pelle, di passaggio a Bologna. Ma un’altra protagonista del film è la memoria, con la nostalgia dichiarata per un mondo che riaffiora per esempio anche dalle immagini inattese della Dolce Vita.

Accanto a quest’uscita italiana, a proposito di memoria, è imperdibile per i bambini di oggi l’animazione del capolavoro di Hayao Miyazaki La città incantata che torna in sala proprio da questo week end in una ‘personale’ che Lucky Red dedica fino al 17 agosto, in sala con cinque capolavori del grande maestro Hayao Miyazaki. Si comincia non a caso con La città incantata (fino al 6 luglio), premiato con l’Orso d’Oro a Berlino nel 2002 e l’Oscar® al Miglior Film d’Animazione nel 2003. È la storia della piccola Chihiro che non sopporta l’idea di traslocare e di perdere i propri amici, ma non può far niente per impedirlo. Proprio quando la famiglia è in viaggio verso la nuova casa, il padre imbocca una strada che termina davanti a un tunnel misterioso. I genitori sceglieranno di attraversarlo nonostante la resistenza di Chihiro, per scoprire un luogo disabitato, un parco dei divertimenti abbandonato, ma solo apparentemente… Qualcuno ha scritto nel tempo che questo film assomiglia un po’ alla rilettura di Lewis Carroll, ma La città incantata ha soprattutto il fascino di un racconto pedagogico contemporaneo, che parla di crescita ma anche dell’importanza di saper elaborare ogni distacco in un viaggio interiore che assomiglia a una pre-visione della vita alla quale è destinata la giovane protagonista.
I film che seguiranno sono: Principessa Mononoke (dal 14 al 20 Luglio) e Nausicaa della valle del vento (dal 25 al 31 luglio). Infine, ad agosto Porco Rosso nell’anniversario del trentennale (dal 1 al 7 agosto) e Il castello errante di Howl (dall’11 al 17 agosto).
Animazione orientale, ma con lo stile della stop motion, anche in The Deer King – Il Re dei Cervi, di Masashi Ando e Masayuki Miyaji: racconta cosa accade dopo che l’Impero di Zol, a seguito di una sanguinosa guerra, ha conquistato Aquafa. Il grande impero ha incorporato gran parte delle terre, fatta eccezione per Fire Horse Territory, dove vi sono i cani selvatici che un tempo trasmettevano la mortale Febbre del Lupo Nero…

Tornando alla fiction Tenebra è il thriller di Anto che ha tra le interpreti Elisa Del Genio, Lenù nella serie più adulta de L’amica geniale. Una madre e sua figlia piccola finiscono rinchiuse nel bagagliaio di un’auto da uno squilibrato e sperano di potersi salvare attraverso la ragazzina che, proprio quel giorno ha deciso di togliersi la vita, segnata dalle violenze di un patrigno. È un film ambientato in Puglia, all’interno di Villa Romano appena fuori Lecce nello stile di un thriller che sfiora il brivido horror.
È francese Mistero a Saint Tropez, commedia giallo-rosa nello stile de La pantera rosa con Christian Clavier e Benoît Poelvoorde. Nel cast anche Gérard Depardieu, Thierry Lhermitte (La cena dei cretini) e la straordinaria Rossy De Palma, una delle più amate da Almòdovar.
Siamo nell’agosto 1970 e il miliardario Croissant e sua moglie hanno invitato ospiti speciali nella loro villa di Saint-Tropez. A rovinare i festeggiamenti il sabotaggio dell’auto della coppia che convince il padrone di casa di essere vittima di un tentato omicidio tanto da coinvolgere un amico potente come il ministro Jacques Chirac in persona per chiamare sul caso il miglior poliziotto di Parigi. Nel cuore dell’estate gli toccherà invece il Commissario Botta quasi al pensionamento, arrogante e assolutamente incompetente, con le conseguenze anche comiche del caso. Una commedia diversa e divertente. Per sorridere d’estate