Week end al cinema: i film in sala 11 e 12 giugno

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: Torna Esterno notte di Marco Bellocchio con la conclusione della serie che rilegge il sequestro Moro, per la commedia Paolo e Luca nel remake del francese C’est la vie Il giorno più bello e dalla Spagna I tuttofare. Pierre Richard nel thriller L’Angelo più bello

 

L’uscita più attesa di questa secondo weekend di giugno non è semplicemente un film, ma cinema formato serie nella seconda parte di Esterno notte, l’appassionato racconto che Marco Bellocchio dedica alla rilettura del sequestro Moro, protagonista Fabrizio Gifuni dopo che il debutto a Cannes e il successo in sala, con gli oltre 31mila spettatori della prima parte, torna in sala anticipando l’uscita autunnale su Rai1. Solo per dare un cenno in più sull’accoglienza avuta a Cannes, oltre i 10 minuti di applausi in sala, ricordiamo che è stato definito “Un dramma shakespeariano in sei atti” da Le Monde. Non c’è dubbio, infatti, che resterà nelle cronache di quest’annata come uno degli eventi della nuova stagione perché offre un’interpretazione appassionante della storia.
Nel cast, accanto a Fabrizio Gifuni nel ruolo di Aldo Moro, Margherita Buy è sua moglie Eleonora, Toni Servillo Papa Paolo VI, Fausto Russo Alesi Francesco Cossiga, Gabriel Montesi Valerio Morucci e Daniela Marra Adriana Faranda. Il racconto mette a fuoco, stavolta, nei 55 giorni del sequestro Moro, gli uomini e le donne che agirono fuori della prigione: la famiglia, i politici, i preti, il Papa, i professori, i maghi, le forze dell’ordine, i servizi segreti e, come racconta Bellocchio, i brigatisti in libertà e in galera, persino i mafiosi, gli infiltrati.

Tra i pochi titoli freschi di uscita il debutto di un remake accolto con successo: dalla Francia alla versione italiana di Andrea Zalone, attore e autore che affianca Maurizio Crozza, Il giorno più bello, remake del francese C’est la viePrendila come viene della coppia di registi Nakache – Toledano in questa versione affidata alla comicità di Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu. Pe chi ricorda, la commedia francese è la storia di un wedding planner che vuole cambiare vita e vendere l’azienda di famiglia che ha ereditato, sognando di andarsene via con la donna che ama ancora sposata, però, con il suo fraterno amico Giorgio. Un bel problema che diventa un autentico pasticcio proprio durante l’organizzazione di quello che dovrebbe essere l’ultimo matrimonio da organizzare, complicato dal fatto che il padre della sposa è proprio l’imprenditore che vuole rilevare la società e si aspetta per la figlia un matrimonio indimenticabile. Lo sarà senza dubbio. Con una piccola curiosità: nel cast tra i protagonisti anche il debutto di Stefano De Martino, finora protagonista solo in tv.
L’angelo dei muri di Lorenzo Bianchini è, invece, un thriller drammatico con protagonista Pierre Richard. È ambientato a Trieste in un’immensa casa all’ultimo piano di un palazzo antico in ristrutturazione dove vive un uomo che ha avuto uno sfratto esecutivo, ma invece di andarsene si costruisce un’intercapedine in fondo a un corridoio e si nasconde uscendo solo per procurarsi qualcosa da bere o da mangiare ma nell’appartamento arrivano una madre con una bambina affetta da una malattia degenerativa che le ha tolto quasi completamente la vista…
E come dice il regista un film di genere “può esplorare mondi universali, descrivere i fantasmi della nostra mente, le patologie e le paure, il confine tra la vita e la morte”.
È un horror svedese anche The Other Side di Tord Danielsson e Oskar Mellander, storia di una ragazza che si trasferisce in una piccola città per iniziare una nuova vita insieme al suo fidanzato e a suo figlio di cinque anni ma la nuova casa nasconde ovviamente un terribile segreto…

Completa il panorama delle poche uscite di questa settimana la commedia spagnola I tuttofare di Neus Ballús: una settimana nella vita di tre operai di una piccola azienda di riparazioni alla periferia di Barcellona: entrano nelle case e aggiustano ciò che è rotto. Un film che in commedia riesce ad affrontare anche il tema dei pregiudizi raccontando i rapporti tra questa bizzarra squadra, i loro idraulici e i loro clienti attraverso gli occhi di un immigrato marocchino che fa emergere i preconcetti con i quali spesso ci si avvicina a chi non conosciamo.
A proposito di commedie e di case nel film di Roberto Baeli Viaggio a sorpresa la strana coppia è quella che affianca nel cast Lino Banfi e Ron Moss, per chi ha memoria ‘seriale’ eroico reduce del primo Beautiful che qui è un broker newyorkese che, stanco di Wall Street, rinuncia a tutto e si trasferisce in Puglia, dove ha comprato una masseria. Ma quando arriva a casa deve fare i conti con la famiglia di Don Antonio…
Poche sale per il giapponese Jujutsu Kaisen 0: The Movie. Protagonista di questo film di animazione dedicato più agli spettatori adulti è Yuta che, da bambino, ha perso la sua migliore amica, Rika, uccisa in un incidente d’auto davanti ai suoi occhi. I due si erano promessi amore eterno così, dopo l’incidente, Rika è diventato uno spirito vendicativo, mentre Yuta ha iniziato a desiderare la morte, dopo essere caduto vittima della sua maledizione. Intorno a loro un carosello di spiriti soprattutto maligni in una sfida per gli amanti del genere.
Tra i documentari in uscita, infine, Il mio Rembrandt di Oeke Hoogendijk