Week end al cinema: i film in sala 21 e 22 maggio

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: da Cannes Esterno notte di Marco Bellocchio con Fabrizio Gifuni nel ruolo di Aldo Moro, American night noir nel mondo dell’arte contemporanea, Gagarin, proteggi ciò che ami dalle banlieue parigine e un curioso road movie in nero nella nuova commedia con Lillo, Fabio Rovazzi, Alessandra Mastronardi e Michela De Rossi

È in sala direttamente dal Festival di Cannes Esterno notte di Marco Bellocchio con le prime tre ore della serie applaudita fuori concorso nel quale il regista rilegge il caso Moro a vent’anni dal film che per primo realizzò sui 55 giorni del suo rapimento. La seconda parte della serie, in un nuovo evento sala, ne completerà il racconto il 9 giugno, prima della trasmissione ‘seriale’ su Rai1, in autunno.
Un film eccezionale nel quale Aldo Moro rivive in un’interpretazione memorabile e perfetta di Fabrizio Gifuni, che si era già misurato al cinema con Romanzo di una strage (2012) ma anche a teatro. Nato con il formato della serialità, il film rimette in scena anche Francesco Cossiga (Fausto Russo Alesi), papa Paolo VI (Toni Servillo), Eleonora Moro, la moglie (Margherita Buy) e la brigatista Adriana Faranda (Daniela Marra). Bellocchio che lo ha sceneggiato con Stefano Bises, Ludovica Rampoldi e Davide Serino li mette in scena nelle giornate tra il 16 marzo e il 9 maggio 1978, dal rapimento all’omicidio raccontando dello statista anche quella che definisce “l’infelicità missionaria” in una clamorosa messa in scena in cui i poteri si rappresentano anche “nella dimensione conflittuale tra la misericordia e il senso di responsabilità”.

È ambientato nel mondo dell’arte contemporanea di New York American Night, film d’esordio del regista Alessio Della Valle, un thriller noir ricco di suspense che è già stato venduto in 18 Paesi. Michael Rubino (è Emile Hirsch) è il capo dei capi della mafia di newyorkese ma sogna di diventare un grande artista. John Kaplan (Jonathan Rhys Meyers) è un mercante d’arte, specializzato nell’individuazione dei falsi. Due personaggi apparentemente così distanti si incontreranno sul furto della Pink Marilyn di Warhol in una ‘notte dell’anima’ popolata da molto attori internazionali e comunque molto amati, da Paz Vega e Anastacia, a Michael Madsen ad Annabelle Belmondo e i nostri Maria Grazia Cucinotta a Fortunato Cerlino.

Con chi viaggi di YouNuts! è al cinema solo il 23, 24 e 25 maggio. Diretto dagli  YouNuts! Antonio Usbergo e Niccolò Celaia, già alla regia di Sotto il sole di Riccione, e Altrimenti ci arrabbiamo  ha un super cast di commedia, in questo caso nera, composto con Lillo, Alessandra Mastronardi, Michela De Rossi e Fabio Rovazzi, quattro sconosciuti  che si incontrano grazie ad una app per condividere un viaggio in auto. Tutto sembra scorrere normalmente ma la realtà non è quella che sembra. Paolo, nonostante l’aspetto simpatico sembra nascondere qualcosa. Michele (Fabio Rovazzi) e Anna (Alessandra Mastronardi) nascondono di aver avuto un passato insieme. Elisa (Michela De Rossi) non sa di avere con Paolo un rapporto decisamente speciale. E in una commedia on the road il viaggio si trasforma in un’avventura destinata a cambiare la vita  di tutti i personaggi

Tra le altre uscite Adorazione del belga Fabrice du Welz, storia di un dodicenne che trascorre le sue giornate tra i boschi che circondano l’ospedale psichiatrico, in cui lavora la madre. S’innamora di una giovane paziente ricoverata che lo convince ad aiutarla a fuggire alla ricerca di un’improbabile salvezza. Ma per lui non andrà proprio così. C’è poi la commedia italiana Koza Nostra con una protagonista ucraina e con Matteo Tortone. Un titolo decisamente drammatico – Mother Lode – ci porta nella realtà delle miniere peruviane. Due donne al di là della legge di Raffaele Schettino è infine la storia di una famiglia italiana in un passato in cui un figlio di  due madri nasce nella consapevolezza di un triangolo sentimentale.

Tra le uscite anche Gagarine – Proteggi ciò che ami, diretto da Fanny Liatard e Jérémy Trouilh, è un film di due anni fa molto premiato in Francia, ambientato nelle banlieue di Parigi, anche qui storia di un ragazzo di sedici anni che sogna un giorno di diventare un  giorno un cosmonauta. Vive alla Cité Gagarine, un esperimento  architettonico di modernità finito nel degrado e la sua missione sarà battersi per salvare con la sua casa il sogno e la realtà di un luogo acceso di rabbia…