Week end al cinema: i film in sala 19 e 20 marzo

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: Pierfrancesco Favino e Miriam Leone con Corro da te di Riccardo Milani sfidano in sala l’attesissimo Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson candidato a tre Oscar. Con Reflection di Valentyn Vasyanovych in sala il cinema ucraino. E ancora, l’animazione giapponese di Belle, Moonfall con Halle Berry e l’action thriller Gold con Zac Efron

Difficile non andare al cinema in un week end ricco di nuove uscite, con un ventaglio di titoli che davvero attraversano tutti i generi: c’è l’ultimo Paul Thomas Anderson candidato agli Oscar come il cinema ucraino premonitore della tragica attualità che stiamo vivendo e la commedia con la coppia Pierfrancesco Favino – Miriam Leone nel garbato remake di un successo francese. Non mancano tra le star Halle Berry o Zac Efron. 

Tra commedia, fantascienza e la raffinata animazione di Belle cominciamo la panoramica con il film più internazionale e molto atteso: Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson, che viaggia verso gli Oscar con tre nomination (Miglior Film, Regia e Sceneggiatura Originale) raccontando Gary (è Cooper Hoffman, il figlio del grande Philip Seymour Hoffman) e Alana (Alana Haim), 15 e 25 anni, nella San Fernando Valley del 1973. Lui, studente e autentico ragazzo prodigio dell’imprenditoria, incontra lei, assistente per le foto di classe a scuola, e se ne innamora. Lei vince diffidenza e differenza di età, divertita dalla sua intraprendenza e conquistata anche dalle sue capacità tanto da diventarne socia. Il film costruisce un flusso di eventi e sensazioni attraverso una  serie di “quadri” che si susseguono come piccoli episodi che fotografano la memoria della loro quotidianità.
“Camei” eccezionali le apparizioni di star come Sean Penn e Bradley Cooper. E dell’insegna di
Licorice Pizza, una catena di negozi di dischi che era popolarissima in California fino alla metà degli Anni ’80.

Ha già battuto al debutto in incassi il film di Paul Thomas Anderson la nuova commedia di Riccardo Milani Corro da te, ottimo esordio al botteghino già al primo giorno di programmazione, con Pierfrancesco Favino e Miriam Leone, adattato dal francese Tout le monde debout, con  Pietro Sermonti, Vanessa Scalera, Pilar Fogliati, Andrea Pennacchi e ancora Carlo De Ruggieri, Giulio Base, Michele Placido e l’ultima partecipazione di Piera Degli Esposti.
Una commedia sentimentale che affronta con delicatezza anche un storia d’amore che ha a che fare con il tema della disabilità visto che Gianni (è Favino), cinquantenne in carriera proprietario di un grande brand di scarpe da corsa, per un equivoco non delude l’affascinante vicina che lo trova in casa per caso seduto sulla sedia a rotelle di sua madre appena scomparsa. Si fingerà paraplegico per prendere punti sulla pietà della ragazza, pur di sedurla. E quando sarà affascinato dalla sorella della ragazza, la bellissima Chiara (Miriam Leone), davvero costretta sulla sedia a rotelle dopo un incidente, la questione si complicherà non poco. Indimenticabile la scena della cena a due tra Favino e Miriam Leone quando la tavola a lume di candela scende e si immerge, con loro, nella la piscina nascosta sotto il parquet in casa di Gianni…

Per gli appassionati di fantascienza c’è Moonfall, con Halle Berry e Patrick Wilson, film apocalittico (poco convincente?) di Roland Emmerich, che  inizia quando una forza misteriosa manda la Luna in rotta di collisione con la Terra minacciando la vita sul pianeta. Poche settimane prima dell’impatto, l’ex astronauta della NASA interpretata da Halle Berry è convinta di avere la chiave per salvare il mondo, ma in pochi la credono…
Con Belle, il nuovo film del giapponese Mamoru Hosoda, animazione e musica, grande amore della ragazza Suzu che grazie ai pomeriggi passati al pianoforte ha vissuto la sua infanzia, con la madre. Con la sua morte, adolescente Suzu smette però  di coltivare la sua grande passione entrando  in un mondo virtuale nel quale  si trasforma in Belle e ottiene grande fama grazie alla sua splendida voce:  una parabola che invita a credere in se stessi, fino a cambiare il mondo, partendo da quello intimo e personale.
Per i più attenti al cinema, arriva in sala Valentyn Vasyanovych con Reflection, il primo film ucraino in concorso a Venezia che racconta gli orrori di una guerra contemporanea che non prevedeva un ritorno, oggi di così drammatica attualità combattuta ai confini neanche così estremi dell’Europa. Un film anticipatore del ritorno di quella violenza indicibile che il nuovo conflitto in atto ha reso cronaca quotidiana.
Ancora un titolo, in questo caso per chi ama l’action thriller ma anche il protagonista, Zac Efron. È Gold, storia di due vagabondi (Anthony Hayes con Efron), che viaggiando nel deserto si imbattono in un’enorme pepita d’oro, la più grande mai rinvenuta.
Da non dimenticare tra i documentari Città Novecento, diretto da Dario Biello che racconta il rapporto tra fabbrica e centro abitato sfruttando la voce narrante di Alessandro Haber, Vesuvio – ovvero: come hanno imparato a vivere in mezzo ai vulcani di Giovanni Troilo e Il Palazzo di Federica di Giacomo.