Week end al cinema: i film in sala 13 e 14 novembre

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Week end al cinema: dai Festival internazionali il nuovo attesissimo film di Wes Anderson The French Dispatch e Sigourney Weaver in Un anno con Salinger, Jean Dujardin è l’agente 117. Un supercast italiano per la commedia di Paolo Costella Per tutta la vita e Zlatan racconta la storia di Ibrahimović.

Ce n’è davvero per tutti i gusti tra le novità in sala di questo week end: The French Dispatch di Wes Anderson per i più cinefili, dalla Francia con amore l’agente segreto Jean Dujardin, Kasja Smutniak protagonista del nuovo film di Silvio Soldini e, ancora, un supercast italiano per la commedia della settimana firmata da Paolo Costella, Un anno con Salinger con Sigourney Weaver o l’agente di polizia Eric Bana.

Cominciamo da The French Dispatch di Wes Anderson, vera e propria lettera d’amore al grande giornalismo, per dirla con le parole del regista. Un film ambientato nella sede di una rivista statunitense in una città francese del XX secolo in cui si muovono i personaggi che animano la curiosa redazione del supplemento settimanale di un immaginario quotidiano statunitense l’Evening Sun di Liberty, nel Kansas, dove si scrive e si dibatte di cronaca e cultura.

Inutile dirlo, basta un’occhiata alla grafica di copertina per capire che l’ispirazione diretta è quella del “New Yorker” mitica rivista evocata dall’intreccio delle storie delle quali sono protagonisti, per esempio, Bill Murray, Benicio Del Toro, Frances McDormand, e Timothée Chalamet, è un affresco unico di costume e ironia nel quale si incontrano e si scontrano bizzarre grandi firme in una redazione snob a cominciare dal direttore Arthur Howitzer Jr. (è Bill Murray) che, però, viene all’improvviso a mancare. A lui la redazione dedica un numero speciale, commemorativo, che raccolga i migliori pezzi pubblicati nel tempo e come in Grand Budapest Hotel del 2014 Anderson firma un film nell’inimitabile stile che esalta il colore attraverso la fotografia (di Robert Yeoman) in un cast che comprende di nuovo il talento eccezionale di Milena Canonero per i costumi e Alexandre Desplat per la musica.

Clima completamente diverso nell’incontro ravvicinato con Jean Dujardin in Agente Speciale 117 al servizio della Repubblica – Allerta rossa in Africa Nera, terzo capitolo di una fortunata serie legata alle avventure dell’agente speciale OS 117 nato sulla scia del mitico 007. Diretto da Nicolas Bedos (il regista de La belle époque) il film racconta una missione speciale in cui 117 è costretto all’alleanza con l’agente speciale 1001… Con molte peripezie e situazioni comiche conseguenti.

E si sorride, non poco, sempre a proposito di commedia, in Per tutta la vita di Paolo Costella, che mette quattro coppie sposate di fronte ad una sorpresa che annulla imprevedibilmente il loro matrimonio visto che lo aveva celebrato un finto prete che si spacciava per vero. Torneranno insieme, come si dice. davvero finché morte non li separi? Per saperlo andate in sala, a vedere Ambra Angiolini, Luca Bizzarri, Carolina Crescentini, Claudia Gerini, Paolo Kessisoglu, Filippo Nigro, Claudia Pandolfi e Fabio Volo in una storia scritta dal regista con Antonella Lattanzi  e Paolo Genovese che, proprio con Costella, in quel caso sceneggiatore, aveva scritto il suo Perfetti sconosciuti. Piccola curiosità: forse proprio sulla scia del successo di quel film anche Per tutta la vita è stato già venduto all’estero, in Spagna e in Germania, per farne un remake e potrebbe, in Italia, anche diventare una serie. 

Un registro completamente diverso nel nuovo film di Silvio Soldini, 3/19 con Kasia Smutniak, storia – drammatica – di un’avvocatessa di successo che si trova coinvolta nel caso di un giovane migrante che muore nell’incidente stradale del quale anche lei si sente in parte responsabile. Una storia che diventa racconto parallelo e intenso di due destini e fa riflettere sui valori, sul senso di colpa, suI confronto e sullo scontro tra due realtà: quella di lei di successo e benessere in un mondo occidentale e quello di un ragazzo in fuga da una vita drammatica.

Tra i titoli di genere in L’uomo nel buio – Man in the Dark, Norman Nordstrom, un veterano non vedente, vive nascosto nei boschi insieme a una ragazzina, che ha cresciuto come una figlia e un gruppo di criminali la rapisce, ricorrerà a ogni mezzo pur di ritrovarla. Thriller anche con Chi è senza peccato – The Dry, diretto da Robert Connolly, storia un detective di polizia interpretato da Eric Bana che dopo 20 anni torna nella sua città natale e deve indagare sulla morte di un vecchio amico scoprendo un’insospettabile trama criminale

Per chi ama la letteratura è da non perdere la commedia sofisticata Un anno con Salinger con Sigourney Weaver che ha inaugurato l’ultimo Festival di Berlino, raccontando il mondo letterario della New York Anni ’90, con umorismo ma anche con un tocco di romanticismo. Il film nasce da un memoir, è diretto da Philippe Falardeau e racconta la storia di una giovane aspirante scrittrice, Joanna, che approda in una prestigiosa agenzia letteraria, come assistente di una storica agente, interpretata da Sigourney Weaver, che rappresenta tra gli altri un personaggio cult come J.D. Salinger.                                                                                                             .

Arriva invece dagli applausi alla Festa di Roma Zlatan, omaggio a Ibrahimović che ha festeggiato i suoi primi 40 anni il 3 ottobre scorso. Popolarissimo anche in tv dopo Sanremo Ibra è il primo calciatore ad aver giocato con sette squadre in Champions League, campione ovunque abbia giocato, dall’Ajax al Psg, passando per Juventus, Inter, Barcellona e Milan, ha raggiunto la fama mondiale non solo grazie al formidabile talento sul campo di calcio, ma anche per il carisma, e la sicurezza da fuoriclasse, tornato a giocare con la sua nazionale, la Svezia, dopo un’assenza di quattro anni. Un’icona e per i suoi tifosi già un mito che nel film è interpretato da due attori, il piccolo Dominic Bajraktari Andersson dagli 11 ai 13 anni e Granit Rushiti che lo mette in scena dai 17 ai 23.

Per gli appassionati di calcio ma non solo e buona visione…