Week end al cinema: Si riparte, Buio in sala da oggi con I Miserabili, Favolacce e Tornare, finora i più visti. E in attesa di un Luglio con le prime uscite hollywoodiane Cambio tutto! con Valentina Lodovini riporta in sala le novità italiane.

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Sono I Miserabili, Favolacce, Tornare, tornati in sala con la riapertura dell’ultima settimana dopo un avvio sulle piattaforme i titoli che hanno avuto i maggiori incassi in questa prima fase di ripresa. Incassi relativamente incoraggianti visto che i 122 schermi attivi (e un anno fa, ce n’erano oltre 2.500) sono arrivati appena a 10 mila euro d’incassi e 2mila spettatori, ma questo primo consuntivo è pur sempre un ritorno ad una parvenza di normalità e una timida ripartenza. Un segnale commentato positivamente, comunque, dagli industriali che combattono pur con il sostegno delle nuove regole salvacinema con difficoltà economiche enormi come, del resto, tutte le attività commerciali del Paese ma, mentre riprendono in punta di piedi anche i set, è evidente che il segnale, ovviamente senza entrare nel merito dei dati è senz’altro un auspicio, che con impegno concreto alcuni esercenti, a poche ore dalla approvazione delle nuove linee guida per le riaperture, arriva a tutta l’industria del cinema.

Fin da questo week end, quindi aumentano gli schermi e come dicono gli esercenti ci si augura di tornare a vedere il cinema per come tutti noi lo immaginiamo e desideriamo, promettendo il ritorno ai sogni, alle emozioni, alle musiche che accompagnano le storie e soprattutto alla sala che torni ad affascinare lo spettatore con l’esclusiva esperienza della visione cinematografica su grande schermo. È ora, insomma, di ritrovare il rapporto con i film dove i film ci aspettano anche se le uscite sulle piattaforme e tanto cinema in tv durante il lockdown ci hanno tenuto grande compagnia. E sono un segno di normalità internazionale l’avvio sia pure virtuale, tutto online per l’industria e la ripresa generale delle attività industriali: da lunedì Cannes lancia il Marché du Film Online, appositamente creato per quest’anno così speciale per continuare ad aiutare i suoi professionisti, più di 8500 partecipanti  a giudicare dai dati ufficiali, riuniti attorno a 250 stand e 60 Pavilion virtuali  per seguire ‘da casa’ più di 1200 proiezioni online organizzate e proposte in tutto il mondo, con 2300 lungometraggi a disposizione dei distributori che potranno vederli in esclusiva.  Aprirà gli eventi un Forum  europeo,  ma  molti sempre online saranno anche gli eventi virtuali ai quali parteciperanno protagonisti del cinema mondiale come Alexandre Desplat, Ryuichi Sakamoto, Laurie Anderson ,Pablo Larrain.

In sala in Italia intanto qualcosa si  muove: da oggi nelle sale aperte debutta Buio di Emanuela Rossi, il film che ha involontariamente anticipato il lockdown, premiato ad Alice nella città, a Roma, e candidato ai Nastri d’argento per il soggetto, un thriller con tre ragazzine in quarantena, non per un virus ma per il sole malato ed è un film che sembra aver previsto tutto della nostra vita sospesa, del lockdown, delle paure ai buio in questo periodo così strano, anche se è stato pensato e girato molto prima dell’emergenza Coronavirus. Opera prima di Emanuela Rossi, tra mascherine e abiti disinfettati, è la storia di una piccola famiglia che combatte con un mondo che è una minaccia per la vita. Denise Tantucci, già in “Braccialetti rossi” e presto nel nuovo film di Nanni Moretti tenta di proteggere le sorelline in una casa dalle finestre sbarrate mentre il padre (Valerio Binasco) rientra, si spoglia della maschera antigas e della tuta termica, porta il cibo e racconta alle figlie il disastro che esiste fuori. Ma una sera il padre non torna, e tocca a Stella uscire per cercare di sopravvivere. E’ uno dei pochi titoli freschi in uscita aspettando un’estate che, speriamo,  si accenderà di novità. Per esempio con il  cartone Pixar Onward ma, soprattutto con Tenet di Christopher Nolan, che dovrebbe uscire il 3 agosto, subito dopo il debutto americano, girato anche in Italia, sulla Costiera Amalfitana, storia di un eroe che deve salvare il mondo . Un mondo che in sala riporta per ora in sala i film fermati dall’emergenza, e magari usciti on demand, come Odio l’estate di Aldo Giovanni e Giacomo o La dea Fortuna di Ozpetek ma anche le commedie che sono state disponibili sulle piattaforme a cominciare da  7 ore per farti innamorare di Giampaolo Morelli e D.N.A. di Lillo e Greg, o Un figlio di nome Erasmus che ha riaperto per primo.

Tra i titoli in arrivo L’assistente della star, il 26 giugno mentre Il 2 luglio uscirà un film italiano destinato solo alla sala: Il delitto Mattarella di Aurelio Grimaldi che da anni raccoglie materiali sul caso Mattarella e dopo l’elezione del fratello, il Presidente Sergio, al Quirinale ha scritto una sceneggiatura per combattere lil silenzio in cui è caduta la vicenda .

In attesa è appena uscito  Cambio tutto! con Valentina Lodovini che passa dalla commedia a sensazioni più profonde ispirandosi a Una Mujer Sin Filtro, di Luis Eduardo Reyes, da cui è nata l’idea di un remake.  E con la storia di questa quarantenne in cerca di un nuovo  equilibrio non resta che augurare a tutti un buon ritorno al cinema, comunque vada, ma almeno per incoraggiare distributori ed esercenti ad aiutare un ‘ritorno a casa’ davanti al grande schermo.