Week end al cinema: poche nuove uscite mentre mezza Italia è incollata alla tv per Sanremo ma c’è da scegliere tra Riccardo Scamarcio Il ladro di giorni, Margot Robbie e il girl power di Birds of prey e Fabrice Luchini nella commedia francese Alice e il sindaco.

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

La valanga di ascolti televisivi di Sanremo ha frenato molte uscite, questa settimana, così si contano neanche sulle dita di una mano i nuovi film in sala di fronte al rischio che il sabato sera finisca per privilegiare, in questo week end, il richiamo del gran finale di Sanremo. Sfidano, nonostante tutto, la valanga degli ascolti tv almeno tre titoli da segnalare: Il ladro di giorni di Guido Lombardi con Riccardo Scamarcio, Birds of prey con Margot Robbie, e Alice e il sindaco di Nicolas Pariser con Fabrice Luchini e Anaïs Demoustier, delicata commedia francese sul rapporto tra un politico e una sua giovane consigliera, laureata in filosofia.

Cominciando dall’uscita italiana, ne Il ladro di giorni, con una buona regia di Guido Lombardi, la storia del difficile rapporto tra un padre appena uscito di prigione e il figlio appena undicenne cresciuto nella quiete di un Trentino quasi svizzero da una zia e suo marito. Presentato in anteprima alla Festa di Roma nasce da un libro dello stesso autore e diventa sullo schermo una dolorosa storia di formazione, ma soprattutto un road movie nato tra l’altro anche da un’esperienza diretta dello stesso autore Guido Lombardi: figlio di un giudice, un padre di cui non conosceva da vicino il mondo in cui lavorava. Nel film, che nasce da un tessuto completamente diverso, pur mettendo a fuoco il tema di un incontro ugualmente ravvicinato Scamarcio è Vincenzo, finito in carcere forse per pagare da solo un conto più grande e appena uscito con una gran voglia di vendetta. Quando cerca suo figlio, che nel frattèmpo ha perso anche la madre, si capisce che lo fa in realtà più che per il legittimo diritto di riaverlo con sé per avere ina ‘copertura’ in un viaggio che nasconde un traffico di droga. E insieme attraversano l’Italia in un road movie che diventa anche un percorso di riavvicinamento e di conoscenza reciproca, con un finale imprevedibile.

Birds of prey racconta di Harley Quinn che deve salvare la giovane Cassandra Cain, nei guai per avere nelle sue mani un diamante di proprietà di Black Mask. Un mondo amato dagli appassionati di fumetti: già in Suicide Squad (2016), infatti, Margot Robbie era la vera rivelazione con la sua Harley Quinn, (era la compagna di Joker nel film con Jared Leto) ma in Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) di Cathy Yan, fa squadra con una supergang tutta al femminile e il  film diventa anche un’esercitazione spavalda di girl power per Harley Quinn in attesa di Suicide Squad 2 diretto da James Gunn, ora sul set.

Per un pubblico più attento al film d’autore da non perdere Alice e il sindaco di Nicolas Pariser con Fabrice Luchini e Anaïs Demoustier, una commedia francese sul rapporto tra un politico e la sua consigliera, che è una giovane filosofa.

Presentato   a Cannes, alla Quinzaine des Réalisateurs racconta del sindaco socialista di Lione, che, stanco della politica attiva, decide di superare l’impasse della sua crisi personale cercando nuove idee attraverso la consulenza di una giovane e brillante filosofa che in realtà distruggerà tutte le sue certezze verso nuove prospettive anche personali. Attraverso i loro scambi un quadro, leggero ma insieme molto profondo sul senso migliore della politica.

Tra gli eventi, segnaliamo (oltre il week end, però) nei soli primi giorni della prossima settimana un documentario per gli appassionati d’arte: stavolta si viaggia alla scoperta degli Impressionisti segreti tra i cinquanta quadri esposti un anno fa a Roma nella Mostra di Palazzo Bonaparte.