Week end al cinema: Per Halloween lo schermo è nero profondo per L’uomo del labirinto, action con il ritorno di Terminator, cult con Doctor Sleep e con La famiglia Addams. Ma non ci sono solo brividi.

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Tempo di lettura: 3 minuti

Week end di Halloween e soprattutto di festa e non manca l’horror in sala per questo ‘ponteda brivido. Un horror declinato sull’animazione con il ritorno della Famiglia Addams, sull’inquietudine esistenziale e intellettuale in cui ci porta per mano dal romanzo al film L’uomo del Labirinto di Donato Carrisi, con Toni Servillo e Dustin Hoffman, cult imperdibile per i fan di Stephen King con Doctor Sleep seguito ideale di un must come Shining – e, se proprio vogliamo spingerci nel grande spettacolo, si salta sulla poltrona anche con il blockbuster della settimana, Terminator Destino oscuro di Tim Miller con Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton.

Cominciamo da Carrisi? L’uomo del labirinto, nel quale troviamo anche Valentina Bellè e Vinicio Marchioni, è tratto dal best seller dell’autore, alla sua opera seconda. Parte da una straordinaria e anomala ondata di caldo che travolge ogni cosa, sconvolgendo gli stessi ritmi di vita di tutti, perché è possibile lavorare e sopravvivere solo nel cuore della notte, in un buio dal quale riemerge Samantha, rapita a tredici anni e tenuta a lungo prigioniera, traumatizzata e libera dopo essere stata rinchiusa nelle tenebre. In un ospedale, accanto a lei, il dottor Green viaggerà nella sua mente per trovare, come un vero e proprio cacciatore di indizi e di ricordi, il suo carceriere, appunto l’Uomo del Labirinto ricercato anche da Bruno Genko, un investigatore privato che ha da poco scoperto di essere alla fine dei suoi giorni.

E’ annunciato come un horror già di culto Doctor Sleep di Mike Flanagan con Ewan McGregor e Rebecca Ferguson, seguito – adulto – della storia di Danny: ricordate il bambino col triciclo – e la ‘luccicanza’- nei corridoi dell’hotel a 40 anni dagli incubi dell’Overlook Hotel in Shining? Per sempre segnato dal trauma vissuto da bambino, Dan Torrance ha trovato una tregua con il suo passato, fino a quando incontra un’altra ‘vittima’ della luccicanza, un’adolescente coraggiosa con lo stesso potente suo dono extrasensoriale. Dovranno sfuggire a Rose e ai membri di una comunità che cerca proprio quelli come loro, in un’improbabile alleanza, che risveglierà in Dan i fantasmi del passato.

E’ già annunciato come il blockbuster della settimana Terminator -Destino oscuro di Tim Miller con Arnold Schwarzenegger e Linda Hamilton. Sesto film della celebre saga creata da James Cameron nel 1984, è un sequel diretto dei primi due film ed è ambientato 27 anni dopo gli avvenimenti di Terminator 2. Riuscirà una macchina programmata per uccidere ad annientare il nuovo cyborg micidiale? E Terminator vincerà ancora una volta?

Brividi per tutti, perfettamente intonati ad Halloween con La famiglia Addams di Conrad Vernon e Greg Tiernan, con le voci italiane di Virginia Raffaele, Loredana Bertè, Raoul Bova e Pino Insegno, in un’animazione diretta da Conrad Vernon e Greg Tiernan. Siamo al matrimonio di Morticia e Gomez, in un manicomio abbandonato come nido nuziale, e soprattutto nello scontro con il futuro maggiordomo Lerch. Ma anche la storia animata riporta a quella “letteraria” degli anni ’30, iniziata con il fumetto, proseguita in tv, in bianco&nero negli anni ’60, poi diventata musical e cinema. Raul Bova tra tutti spicca nel doppiaggio, insieme a Loredana Bertè nonna Addams, ed è un irriconoscibile Zio Fester.

Passiamo ai film d’autore internazionali, in arrivo entrambi da Cannes: con la Palma d’Oro del Festival 2019, Parasite, e l’ultimo film dei fratelli Dardenne, appena riproposti in Italia da Alice nella città, con una masterclass dei registi.

Parasite è il nome di un giovane che vive in un modesto appartamento sotto il livello della strada con i genitori, Ki-taek e Chung-sook, e la sorella Ki-jung, uniti nonostante sia difficile convivere in uno spazio a dir poco affollato. Sopravvivono con molti piccoli lavori e qualche espediente fortunato. Come la possibilità che capita al ragazzo di sostituire un amico come insegnante d’inglese per la figlia di una famiglia ricca. Bong Joon-ho, il regista, costruisce da quest’incontro di due famiglie e dalla contrapposizione di case e stili di vita un affresco sulla disuguaglianza di classe nella società non solo coreana, ma globale.

E sempre dall’ultimo Cannes arriva in sala L’età giovane di Jean-Pierre e Luc Dardenne con Idir Ben Add e Myriem Akheddiou, storia di una giovane islamico e della sua fascinazione per l’integralismo. Ahmed è un adolescente musulmano belga che, sedotto dal pensiero estremista islamico del suo imam, con un’ossessione per il concetto di purezza, da quella interiore a quella più banale del proprio corpo, pianifica l’omicidio della sua insegnante fino ad un epilogo drammatico.

Tornando in Italia e al cinema per famiglie anticipa il mood dei film di Natale Il giorno più bello del mondo di Alessandro Siani, “una fiaba con l’aggiunta di elementi magici” come spiega l’autore che, come sempre, ne è anche protagonista a proposito di una family comedy, arricchita di effetti speciali in cui Arturo Meraviglia, impresario di un piccolo teatro di avanspettacolo ormai in declino, grazie all’arrivo di due piccoli nipoti e alla scoperta che uno di loro ha dei veri e propri superpoteri, cambia le sorti della sua piccola impresa.

Altri titoli: arriva dalla ex Jugoslavia Il segreto della miniera di Hanna Antonina Wojcik-Slak con Leon Lucev, Marina Redzepovic, basato su una storia vera. E ha a che fare con un maestro del brivido anche il docufilm della settimana Fulci for fake di Simone Scafidi con Nicola Nocella, Davide Pulici, Camilla Fulci, Enrico Vanzina.