Week end al cinema: protagoniste le donne nelle uscite d’inizio agosto: Jodie Foster inquietante infermiera in Hotel Artemis, le Dolcissime ‘overzize’ che reagiscono al bullismo e la protagonista di Tesnota, da non mancare per i cinefili.

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Tempo di lettura: 4 minuti

C’è una piccola pattuglia di autori e protagonisti italiani ma soprattutto ci sono tante donne e le loro storie in testa alle uscite della settimana comunque ancora dominate, per gli appassionati di action, da Spiderman e dagli ultimi Men in Black. Difficile batterli al botteghino, ma ci prova questa settimana Hotel Artemis, di Drew Pearce con Jodie Foster, Sterling K. Brown, Sofia Boutella e Jeff Goldblum, storia ambientata nel mondo della criminalità, in un futuro, dove un fuorilegge non ha diritto ad un ricovero ospedaliero se non in un luogo (molto) speciale. Ne è protagonista Jodie Foster, con un cast in cui spiccano attori molto riconoscibili dal pubblico che ama il cinema hollywoodiano: Sterling K. Brown, Sofia Boutella, Dave Bautista e, soprattutto, Jeff Goldblum. Il film inizia in una sera del 2028: mentre una manifestazione di chi -con il volto dipinto simbolicamente di blu – blocca Los Angeles per chiedere acqua pulita, quattro uomini dal volto coperto con maschere griffate con un teschio cercano di sfuggire agli agenti ma, soprattutto, finiscono in un Pronto Soccorso molto esclusivo, nascosto dentro un ex albergo di lusso, quando uno di loro viene ferito gravemente: è un ospedale riservato solo ai criminali e gestito con un’iscrizione preventiva da una donna, che tutti conoscono come l’Infermiera…

E’ protagonista assoluta una donna anche in Una famiglia al tappeto di Stephen Merchant con Dwayne Johnson, storia della wrestler britannica anche impegnata nel cinema. In realtà del film sono protagonisti i Bevis, una famiglia inglese in cui da molto piccoli, infatti, i loro figli sono stati educati dai genitori, Julia (Lena Headey) e Ricky (Nick Frost), a risolvere le loro discussioni con lo scontro fisico, essendo tutti dei wrestler. Quando Paige e Zak, “Paige Knight” e “Zodiac” per gli amanti del wrestling, finiscono al World Wrestling Entertainment, qualcosa però divide la famiglia: solo Paige, infatti, viene selezionata in gara e così, per realizzare il suo sogno lascia Zak e i suoi genitori per affrontare il programma di allenamento competitivo in Florida. Ma quanto è difficile per una donna entrare nelle regole di un mondo così dichiaratamente maschile? Sarà un mito come The Rock (è appunto Dwayne Johnson), che le insegnerà come trovare la sua identità sul ring e diventare una star del wrestling.

E ancora donne, ragazze Dolcissime nel film di Francesco Ghiaccio con Giulia Barbuto, Alice Manfredi, Margherita De Francisco, Giulia Fiorellino che diventano sullo schermo Chiara, Letizia e Mary, grandi amiche ma soprattutto tutte oversize, tanto da diventare, non solo a scuola, vittime di un inevitabile bullismo. La madre di Mary, allenatrice di nuoto sincronizzato, iscrive la figlia a un corso di aquagym, ma nella stessa piscina la “vincente” della scuola posterà un video umiliante per le ragazze. Un’inattesa occasione di riscatto da un’impresa apparentemente impossibile, in cui vince la forza dell’amicizia.

Isabelle L’ultima evocazione è l’horror della settimana (di Robert Heydon con Adam Brody e Amanda Crew) e anche qui è una ragazza, Liz spiata da una donna che abita nella casa di fronte alla sua finestra, al centro dell’intreccio inquietante che dà il via ad una vicenda drammatica proprio per quella presenza mortifera. Morale della storia: mai fidarsi di una vicina  inquietante.

Con Nevermind di Eros Puglielli (Paolo Sassanelli, Andrea Sartoretti, Giulia Michelini, Massimo Poggio) cinque storie all’insegna della follia e delle sue assurde e imprevedibili conseguenze. Il regista torna al film a episodi, con cinque storie surreali comunque collegate tra loro e tutte, come diceva il titolo di quella serie popolare in tv negli anni Sessanta, ai confini della realtà. Un film che piacerà, hanno scritto in molti, a chi ha apprezzato per esempio Storie pazzesche tenuto a battesimo anche da Almodóvar cinque anni fa, in cui la vita di cinque persone viene stravolta da situazioni ed eventi apparentemente assurdi. Sono un avvocato, una babysitter, due amici d’infanzia, un cuoco con un’ossessione che non lo molla un attimo e uno psicologo perseguitato dall’incubo di un carro attrezzi. Tutto girato in due sole settimane, con pochi soldi e tanti effetti speciali.

Per i più cinefili da non mancare Tesnota di Kantemir Balagov ambientato nel 1998 a Nalchik, nel Caucaso, dove una famiglia ebrea viene sconvolta dal rapimento del figlio più piccolo. Evita la polizia e si stringe nella comunità di appartenenza, ma tra molti inevitabili conflitti Ilana, la sorella del rapito, finisce per lottare contro tutto e tutti. È il film interessante di un allievo del grande Sokurov. La protagonista della storia alla fine è anche qui una donna:

Ilana, vent’anni (è Darya Zhovner), che non ama vestirsi da ragazza, e preferisce fare il meccanico nel garage del padre.

Sono in sala infine anche anche La sera della prima di Loretta Cavallaro, in una Napoli comunque raccontata in modo non convenzionale, e Sangue nella bocca di Hernàn Belòn con Leonardo Sbaraglia, Eva De Dominici, Erica Banchi, storia di Ramòn Alvia, pugile professionista di Buenos Aires, oggi un padre di famiglia che ha appeso i guantoni al chiodo dopo aver vinto l’ennesimo titolo ma, quando incontra la giovane Débora, una colombiana che si allena nella sua palestra, la relazione con lei gli fa ritrovare la voglia del ring, via dalla quotidianità e dalla famiglia.

Il nostro appuntamento con il cinema in sala si ferma per qualche settimana. Gran ritorno a fine Agosto con la Mostra del Cinema di Venezia. E inevitabilmente con i film che arriveranno subito in sala. Buona estate, il cinema quest’anno non va in vacanza.