Week end al cinema: in sala Serenity con Matthew McConaughey e Anne Hathaway e la storia di Edison, la competizione che accese la luce nel mondo. Tra i titoli italiani una storia al femminile con una straordinaria Luisa Ranieri

ARTICOLO DI Laura Delli Colli

Tempo di lettura: 4 minuti

Aspettando Men in black, e mentre Spiderman continua ad aleggiare sul pubblico delle sale, niente novità superkolossal questa settimana, anche se da Hollywood arriva Serenity L’isola dell’inganno di Steven Knight con Matthew McConaughey e Anne Hathaway, thriller che racconta di un uomo sfuggito al suo passato alle prese con una proposta indecente della sua ex moglie. Il protagonista della storia è il capitano di una barca da pesca, che vive su un’isoletta al largo della Florida per sfuggire al suo passato. Solitario e facilmente irritabile, Baker trascorre le sue giornate alle prese con i turisti e con la donna che frequenta. Un mondo tranquillo in cui irrompe un’ex moglie che gli chiede di liberarla fisicamente dal suo nuovo marito, prima che possa fare del male a lei e al figlio: in cambio ben 10 milioni di dollari. Dovrà darlo in pasto agli squali uscendo in barca, ma non sarà così semplice…

Clima diverso nella competizione che rivela la ricostruzione di Edison L’uomo che illuminò il mondo di Alfonso Gomez-Rejon con Benedict Cumberbatch e Michael Shannon, storia di una spietata rivalità tra i due più grandi inventori dell’era industriale per stabilire quale dei due sistemi elettrici avrebbe dominato la Terra nel nuovo secolo. Sostenuto da J.P. Morgan, Thomas Alva Edison accende Manhattan, ma George Westinghouse (è Michael Shannon) gli dà filo da torcere scatenando una vera e propria “guerra della corrente.

Tra le altre novità Raccolto amaro di George Mendeluk con Max Irons, Samantha Barks e Terence Stamp, ambientato negli anni Trenta in Ucraina, dove la vita di un ragazzo, come quella delle tante vittime di una dittatura spietata viene sconvolta dal cambiamento drastico che l’invasione dell’Armata Rossa porta nella vita di tutti. Il protagonista è un giovane artista, Yuri, che combatte per salvare la sua Natalka  dall’Holodomor, un programma basato sulla morte per fame che uccise milioni di ucraini.

Tra i film italiani Il mangiatore di pietre di Nicola Bellucci con Luigi Lo Cascio e Vincenzo Crea, storia di un passeur, una delle più allenate guide che accompagna chi attraversa clandestinamente le Alpi, proprio per questo ricercato dalla Polizia, sempre sulle sue tracce. Finisce in carcere, ma si rifiuta di parlare, fin a quando il ritrovamenti del corpo del suo miglior concorrente non lo convince ad indagare personalmente su una morte sospetta. Per il regista è il primo film di finzione, dopo una carriera da documentarista, e si sente nel ritmo della narrazione una lentezza inconsueta.

Grazie a Salvatore Piscicelli Vita segreta di Maria Capasso offre a Luisa Ranieri una storia al femminile di particolare forza proprio nel personaggio della protagonista, Maria, estetista part time, sposata con un uomo onesto, tre figli, che per sbarcare il lunario finisce per entrare in affari poco puliti con il losco proprietario di un autosalone. Nella periferia popolare di Napoli, una fatica quotidiana che esplode quando al marito viene diagnosticata una malattia terminale. Ed è qui che Maria accettando l’aiuto di Gennaro ne diventa amante e partner. Un giorno lui le propone di diventare partner in affari, trasportando il primo carico di cocaina in Svizzera: l’inizio di una spirale di potere e guadagni facili che la cambierà profondamente.

Tra le novità uscite in questa settimana Baby Gang di Stefano Calvagna è la storia di cinque bulli che scoprono la delinquenza facile coinvolgendo anche le loro amiche sedicenni, un tema affrontato da varie angolazioni in cui dominano la cultura della violenza di periferia, ma anche la fascinazione per il successo facile e la voglia di apparire, temi che il regista sente particolarmente perché ne è stato vittima in qualche modo per la sua visibilità proprio suo figlio Nicolò, bravissimo attore fin da quando era bambino, ora vicino all’adolescenza.

I ragazzi protagonisti del film in uno spirito pasoliniano sono tutti ‘di strada’, nati per esempio dal ‘serpentone’ di Corviale, e il regista sente molto anche la lezione neorealista di De Sica, essendo tra l’altro il nipote del protagonista di Ladri di biciclette Lamnerto Maggiorani. Curiosità: nel cast anche la partecipazione di Veronica Graf dal Grande Fratello 13.

Altre uscite della settimana: Skate Kitchen che racconta di un gruppo di amiche sullo skate. Passpartù Operazione doppiozero di Lucio Bastolla con Giacomo Rizzo e Maurizio Mattioli ambientato a Ceraso, nel Parco del Cilento. Birba micio combinaguai cartone animato per i più piccoli, storia di un gattino avventuroso che esplora il mondo degli ‘umani’. E ancora, dall’Islanda The Deep di Baltasar Kormákur, storia di un pescatore sopravvissuto a una lunga permanenza nel mare più gelido del mondo ma anche la commedia corale di Max Nardari Di tutti i colori con Paolo Conticini e Nino Frassica, storia di una simpatica canaglia e delle sue conquiste anche troppo facili.

Con Berni e il giovane faraone di Marco Chiarini, infine, un vento per i ragazzi nati sotto le insegne (italiane) della Disney: Jacopo Barzaghi e Emily De Meyer sono i protagonisti alle prese con il risveglio della giovane mummia-faraone ‘Ram’ e della sua amicizia con Bernie, ragazzina che vive con la madre archeologa all’interno del Museo egizio di Torino, realmente teatro delle riprese. Dopo la ‘prima’ a Giffoni per il festival dei ragazzi, evento in sala dal 20 al 22 luglio, pretesto anche per i genitori per vedere o rivedere le suggestive location di uno dei Musei più affascinanti d’Italia e forse del mondo, con la Galleria dei Re e il Tempio rupestre di Ellesija. Una favola tutta italiana nell’incontro tra la curiosità di oggi e il fascino dell’antico Egitto.