Missione Oscar® – Fuocoammare ci prova

Stasera a Los Angeles red carpet per Fuocoammare di Gianfranco Rosi: il cinema italiano scende in campo a Hollywood con una rassegna di titoli che portano nel cuore della California una vetrina dell’ultima stagione ma apre soprattutto ufficialmente la campagna per promuovere il titolo scelto ‘in casa’ per tentare di conquistare l’Oscar® 2016 per il miglior film straniero.

Per Rosi e Fuocoammare, che raccontando Lampedusa ha già vinto l’Orso d’Oro a Berlino, si è mobilitata in questi giorni di nuovo anche Meryl Streep e il regista, già da un mese in campagna in America, ha dalla sua a Los Angeles una delegazione di supporter straordinaria, a cominciare dai colleghi più giovani che lo affiancano nella selezione di Cinema Italian Style, la manifestazione italiana in collaborazione con American Cinematheque con la quale Luce Cinecittà schiera quest’anno un ‘undici’ particolarmente forte soprattutto tra gli autori della nuova generazione.

Con Rosi in vetrina – oltre a un paio di documentari – La pazza gioia di Paolo Virzì, Indivisibili di Edoardo de Angelis, Fiore di Claudio Giovannesi, Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, Veloce come il vento di Matteo Rovere, Un bacio di Ivan Cotroneo, Gli ultimi saranno ultimi di Massimiliano Bruno, Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese e Suburra di Stefano Sollima, preceduti da alcuni corti di giovanissimi autori.

In omaggio alla grande storia del nostro cinema, Los Angeles ha già avuto il privilegio di un’anteprima eccezionale: il restauro de Il sorpasso di Dino Risi, capolavoro italiano amatissimo in America, che anticipa la grande retrospettiva per il centenario del regista dal 14 dicembre in programma al MoMA di New York in una versione restaurata promossa da Istituto Luce Cinecittà, Cineteca di Bologna e Surf Film.

Un viaggio americano con Rosi, autori come Ivan Cotroneo e Gabriele Muccino, Gabriele Mainetti, Edoardo De Angelis e Claudio Giovannesi, e per il cast di Perfetti sconosciuti Kasia Smutniak. Con l’esordiente Francesco Carrozzini, che ha presentato il suo Franca: Chaos and Creation, dedicato a un’icona del fashion italiano, sua madre Franca Sozzani, grande direttrice di Vogue Italia. Come dicono in America, enjoy…