Week end in sala: l’amore con The big sick, ma Justice League rilancia i supereroi

di Laura Delli Colli

Non c’è dubbio, c’è davvero cinema per tutti i gusti in sala questo fine settimana che, sulla scia del successo clamoroso di Gomorra – La serie (uscito in anteprima aspettando la programmazione tv, oggi al via), vede l’uscita del nuovo film di Zack Snyder (L’uomo d’acciaio, Batman v Superman: Dawn of Justice) scritto da Chris Terrio e Joss Whedon (sceneggiatore, per esempio de L’ammazzavampiri) che riunisce Batman con Lanterna Verde, Wonder Woman, Aquaman e Flash in una squadra d’attacco ovviamente contro un pericolo comune. Grande spettacolo insomma in un Justice League, che punta forse anche su un po’ di effetto nostalgia.

Sempre dagli Stati Uniti, arriva in sala The Big Sick, la commedia di Michael Showalter, tratta dalla storia d’amore (vera) tra gli sceneggiatori del film, Emily V. Gordon e Kumail Nanjiani, che racconta il confronto-scontro tra culture diverse, soprattutto di fronte al matrimonio.

La storia d’amore comunque è fra un giovane comico di Chicago, di famiglia pakistana, che fa l’autista per Uber mentre cerca di sfondare nello spettacolo e una ragazza interpretata da Zoe Kazan.

Arriva dal Cile, invece, Lezioni di pittura di Pablo Perelman, su un pittore giovanissimo destinato a diventare un artista, che scompare nel giorno del colpo di Stato.

Dall’Inghilterra invece Ogni tuo respiro di Andy Serkis, storia drammatica di un uomo colpito dalla poliomielite, che la moglie, contro il parere del medici, decide di riportare a casa.

Ne La signora dello zoo di Varsavia, della neozelandese Niki Caro, dal romanzo di Diane Ackerman, una storia della Resistenza polacca con protagonisti i due gestori dello zoo che hanno salvato più di 200 ebrei durante la conquista nazista, nascondendoli proprio nei sotterranei del bioparco.
Molti anche i titoli italiani in uscita in questo weekend: genere con il film di fantascienza di Louis Nero (La rabbia, Rasputin), The broken key con Rutger Hauer, Geraldine Chaplin e Franco Nero, in cui il protagonista, in una Torino del 2033, città magica per eccellenza, cerca di svelare (non solo) il mistero della morte del padre…

Profuma di horror e anche I’m – Infinita come lo spazio di Anne Riitta Ciccone (L’amore di Marja, Il prossimo tuo) con Barbora Bobuľová, storia di un’adolescente scandinava che confonde realtà e fantasia.

Risate leggere leggere con La casa di famiglia, opera prima del regista teatrale Augusto Fornari, con Lino Guanciale, Stefano Fresi, Libero de Rienzo, Matilde Gioli, Luigi Diberti, Tony Fornari, Nicoletta Romanoff, Michele Venitucci, alle prese con le piccole bugie che quattro figli raccontano al padre uscito improvvisamente dal coma, sulla casa di famiglia, che però hanno venduto.

 

Cinema per i più piccoli: Pipì, Pupù e Rosmarina in il mistero delle note rapite, di Enzo D’Alò, con le voci di Giancarlo Giannini, Francesco Pannofino, e tanti altri, alla ricerca di una partitura musicale scritta e destinata alla filarmonica degli animali del bosco. Appassionato musicista sin da bambino, Enzo D’Alò con questo nuovo film torna sullo schermo dopo La freccia azzurra e La gabbianella e il gattto per creare infine il suo sesto film per il cinema.

Tags

, , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema