Week end al cinema: Wonder Woman, bella, guerriera e con un tocco di humour

di Laura Delli Colli

Non c’è dubbio, chi ama il cinema spettacolare, ma anche la commedia comica, in questo week end non si perderà l’occasione di conoscere più da vicino Wonder Woman, eroina bella, guerriera, capace di combattere ma anche di farci sorridere con l’attesissimo cinecomic diretto da Patty Jenkins che lancia Gal Gadot nei panni dell’amazzone più famosa del cinema spettacolare.

Poteva essere Sandra Bullock o Catherine Zeta-Jones, forse Angelina Jolie, ma DC Comics che produce il film ha scelto, alla fine, l’attrice israeliana affidandola peraltro alla prima donna che dirige un superhero movie (girato anche in alcune location italiane) lanciato in ben 550 sale da WarnerBros.

Che tipo di eroina porta sullo schermo? Forte ma al tempo stesso vulnerabile e sensibile, e poi intelligente, capace di emozionarsi ma anche di emozionare. Insomma. una specie di Capitano Ripley (ricordate il primo Alien?) alle prese però con un mondo affollato di Amazzoni guerriere, non di mostri fantascientifici…

Molta America, ma quella delle spiagge, dei bagnini e delle emozioni molto rosa di una serie tv che ha fatto storia nel mood della spiaggia (americana), in sala con Baywatch, remake della serie con Dwayne Johnson. Il film di Seth Gordon è basato sulla fortunatissima serie anni ’90 interpretata dalla mitica Pamela Anderson (che peraltro in una scena appare). Ma il protagonista al cinema è Dwayne Johnson, con Zac Efron e Alexandra Daddario.

Clima completamente diverso, non solo perché il sole diventa un gelido inverno claustrofobico in questo film italiano che domina le uscite di quest’inizio d’estate: è I figli della notte di Andrea De Sica, nipote del grande Vittorio e figlio del musicista Manuel, neanche quarant’anni e una formazione inevitabilmente iniziata fin da bambino, già nell’aria che si respirava in casa. Difficile trovare un link con la storia di famiglia, I figli della notte, film d’ esordio dietro la macchina da presa, rompe con la tradizione per firmare un film di genere, duro e pieno di oscurità fin dalla scelta fotografica. De Sica lo ha scritto con Mariano Di Nardo (e in collaborazione con Gloria Malatesta) e ha girato interamente in Alto Adige, in un collegio per rampolli eccellenti ai quali manca il calore di una famiglia e di un affetto ‘presente’. Una scuola di formazione dura e organizzata come una prigione dorata che dovrebbe formare i dirigenti del futuro, imponendo ai ragazzi una rigida disciplina. Una favola nera, ma anche una storia di formazione che intreccia sogni e incubi, con molte esplicite citazioni del cinema horror.

Da segnalare anche Una vita di Stéphane Brizé versione riveduta e corretta del romanzo di Guy De Maupassant, in costume ma di grande modernità. Protagonista una ragazza aristocratica di campagna che vive serenamente insieme ai genitori fino a quando viene data in sposa al visconte de Lamare, affascinante ma caduto economicamente in disgrazia e imprevedibilmente infedele.

Tra i documentari da non mancare ancora per 24 ore l’evento dedicato ai Beatles ancora oggi, venerdì 2, in sala. Ma segnaliamo anche Nessuno ci può giudicare, il documentario dedicato ai ‘musicarelli’ di Steve Della Casa e Chiara Ronchini che attraverso le immagini dell’archivio Luce racconta una stagione di B movies di culto con gli “urlatori” di ieri (Celentano, Mina, Tony Dallara) poi i giovanissimi eroi del beat (Morandi, Rita Pavone, Caterina Caselli) poi Shel Shapiro, Mal, Ricky Gianco, Gianni Pettenati, e Bandiera gialla).

Animazione per i bambini con Nocedicocco – Il piccolo drago. Quello che so di lei, di Martin Provost, propone invece una bella storia al femminile, con Catherine Deneuve e Catherine Frot, che arriva ora in sala dalla Berlinale. È un omaggio, alla professione dell’ostetrica attraverso il ritratto di una donna che conosciamo in un momento di grande cambiamento della sua vita. Metterà in discussione anche il suo ruolo quando il reparto maternità del piccolo ospedale dove lavora rischierà di chiudere i battenti…

Tags

, , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema