Week end al cinema: in viaggio con Ella & John, il debutto di Rovazzi e l’ora più buia di Churchill

di Laura Delli Colli

Sono una decina i nuovi film in sala in questo week end che può davvero incontrare, al cinema, il gusto di tutti gli spettatori. Per chi ama quel genere di racconto capace di far sorridere e commuovere, non c’è dubbio, il titolo da non mancare è il Virzì americano presentato a Venezia, Ella & John – The Leisure Seeker, con Helen Mirren e Donald Sutherland insieme in fuga per godersi la libertà di un viaggio che li riporterà indietro negli anni, lontano per una volta, dall’ansia dei figli e dagli obblighi di una famiglia invadente. A dare il titolo al film con i protagonisti è The Leisure Seeker, proprio il vecchio camper con cui Ella e John Spencer andavano in vacanza coi figli, da giovani, attraversando l’America degli anni Settanta.

Qualche decennio dopo sono cambiati ed è cambiato il Paese, lungo la Old Route 1, verso Key West dove John, ormai smemorato ma come un tempo innamorato della letteratura che insegnava, torna sulle tracce di Hemingway e Ella, fragile e anche lei ammalata ma lucidissima, viaggiano in un’America che non riconoscono più. Con delicatezza e qualche tocco di umorismo un esempio di comedy life che racconta una bella storia di passione devota con qualche sorpresa e un finale che resta dentro come l’Oceano che, per loro, ha il sapore irrinunciabile di un ultimo guizzo di libertà.

Non è certo questa l’atmosfera de Il Vegetale di Gennaro Nunziante che, senza Checco Zalone, punta questa volta sul debutto di una star del web come Fabio Rovazzi. In un cast con Luca Zingaretti e Ninni Bruschetta (e la giovanissima Rosy Franzese) tra gli altri, Nunziante racconta la storia di Fabio, neolaureato che, come tanti, non riesce a trovare un lavoro, alle prese con un padre ingombrante e una sorellina irrimediabilmente viziata. Sono proprio loro a considerarlo il “vegetale” di casa, così Fabio dovrà reinventare la sua vita tra mille occasioni ovviamente molto comiche.

Per gli appassionati dell’horror c’è Insidious, l’ultima chiave con Lin Shaye ancora una volta nella parte della dottoressa Elise Rainier, la parapsicologa che stavolta deve affrontare l’incubo di un’ossessione horror proprio all’interno della sua famiglia.

Per gli amanti del cinema d’autore da segnalare Poesia senza fine di un autore cult come Alejandro Jodorowsky, che racconta i suoi vent’anni a Santiago del Cile e la sua rivolta personale contro una società che lo vorrebbe inquadrato in un mondo borghese lontano dal suo stile…

Un sacchetto di biglie anticipa il Giorno della memoria (27 gennaio), con la storia di alcuni piccoli ebrei che riescono a sopravvivere con astuzia alle persecuzioni dei nazisti nella Francia occupata. Un film che appassiona e fa riflettere con un gruppo di interpreti davvero intensi, pronti per un salto nel grande cinema. Il film si apre a Parigi dove Joseph e Maurice Joffo, due fratelli ebrei che vivono, bambini, nella Francia occupata dai nazisti. Sono costretti per sfuggire alla deportazione ad iniziare un lungo viaggio attraverso la Francia lungo il quale non dovranno mai ammettere, per nessun motivo, di essere ebrei…

Ancora? Ne L’ora più buia di Joe Wright una grande interpretazione di Gary Oldman, appena premiato ai Golden Globes come miglior attore protagonista, drammatico, nei panni di Winston Churchill, nel momento cruciale in cui disse no al dominio di Hitler. Un film che, già dal titolo, racconta il drammatico passaggio, storico e personale, in cui Churchill deve trovare una soluzione politica per contrastare il nazismo e la follia di Hitler. Il film è ambientato nel maggio 1940 e a Chuirchill, appena nominato premier, tocca prendere una decisione fondamentale per le sorti del suo Paese: prenderà atto della sconfitta francese cercando una tregua con la Germania, o porterà l’Inghilterra in una nuova fase bellica, mentre le truppe sono accerchiate a Dunkerque? Un Churchill iconico in un film volutamente claustrofobico non solo destinato a chi ama i biopic o è appassionato di Storia.

Infine, tra le altre uscite un action made in Italy come Cruxman di Filippo Grilli, Marlina – Omicida in quattro atti di Mouly Surya drammatica vicenda di una donna ambientata su un’isola, dove subisce la violenza di una banda che la deruba…

Buon cinema.

Tags

, , , , , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema