Week end al cinema: non solo i brividi di IT ma Brutti e cattivi per ridere. E tennis superstar.

di Laura Delli Colli

Si avvicina la Festa del Cinema e aspettando i film in arrivo in sala dalle giornate evento di Roma sono già almeno una decina i nuovi titoli che debuttano questo week end.

Non c’è dubbio, sulla carta il pronostico degli incassi è quasi scontato: al primo posto, infatti, è facile prevedere che troveremo IT, attesissimo da un vero e proprio fan club che annuncia anche qualche brivido in più con alcune proiezioni di mezzanotte. Il regista, stavolta, è argentino ed è già al lavoro, peraltro, per realizzare la seconda parte del racconto in cui i giovanissimi protagonisti insidiati dal clown assassino torneranno ‘da grandi’ sul luogo del delitto.

Siamo a Derry nel Maine e la paura cattura ancora una volta una banda di bambini (è guarda caso ‘il Club dei perdenti’) guidata da Bill, il più coraggiosamente testardo nella ricerca, oltre il terrore, della spiegazione di una serie di efferati delitti di ragazzini troppo curiosi. Protagonista del film è Bill Skarsgård che interpreta il perverso Pennywise, con il giovane Finn Wolfhard nei panni di Richie, che interpreta il leader dei Perdenti. Il palloncino rosso che galleggia a mezz’aria è il biglietto da visita di una misteriosa entità demoniaca che tormenta i ragazzini di una piccola comunità dove scompare – tra tante misteriose sparizioni – un bambino di sette anni finito in un tombino durante un temporale. Il Club dei Perdenti, vittime dei bulli, indaga…

Guerra all’ultimo set tra Emma Stone e Steve Carell ne La battaglia dei sessi di Jonathan Dayton e Valerie Faris che torna al grande tennis del 1973 quando una vecchia gloria come Bobby Riggs lanciò il guanto di sfida alla tennista Billie Jean King, la prima tennista tra l’altro, a fare coming out sulla sua omosessualità. Gli autori del film sono gli stessi di Little Miss Sunshine qui alle prese con la storia di uno dei match tennistici più famosi di tutti i tempi (ma non solo…).

Per la serie commedie italiane, debutta con Brutti e cattivi di Cosimo Gomez, fino ad oggi scenografo anche di molte fiction televisive, che schiera in un racconto supertrash, decisamente al vetriolo, Claudio Santamaria, Marco D’Amore, e Sara Serraiocco. Nasce anche da un dichiarato omaggio a film come Brutti, sporchi e cattivi e I soliti ignoti la storia di un colpo messo a segno da una banda di autentici freaks. Il leader, senza gambe, interpretato da Claudio Santamaria, è Il Papero (che nella vita, gemello di un fratello più fortunato, vive di elemosine). I suoi complici, invece, sono Ballerina (una dark lady supersexy, senza braccia, interpretata da una sorprendente Sara Serraiocco) un rasta tossico (Marco D’Amore) e un nano rapper (Plissé, che è il vero rapper Simoncino Martucci).
Accolto con entusiasmo a Venezia, è un film comico e insieme violento, caustico e al tempo stesso intriso di perfidie ma anche di buoni sentimenti. La settimana della rapina è quella di Natale e forse il colpo migliore al botteghino sarebbe stato perfetto proprio sotto le feste: Brutti e cattivi è un anti-cinepanettone amaro e controcorrente.

Dalla commedia al dramma, assolutamente da vedere Una donna fantastica di Sebastian Leilo con Daniela Vega, Francisco Reyes, Luis Gnecco, racconta una storia inconsueta e appassionante: lei è una giovane trans, lui un industriale maturo che per lei lascia moglie e figli. Un infarto, una notte, cambia tutto: la sua morte costringerà la trans, a fare i conti con l’atteggiamento persecutorio della famiglia dell’uomo ma anche con i sospetti e i pregiudizi dei servizi sociali e degli agenti di polizia. Il regista è lo stesso di Gloria.

Altri titoli da segnalare? Senza dimenticare quelli ancora in sala delle ultime settimane Ritorno in Borgogna di Cédric Klapisch è la storia di una famiglia di viticultori che la morte del padre costringe a riunirsi nell’impatto con una nuova realtà. Ibi di Andrea Segre racconta invece la storia di una donna nel contesto dell’immigrazione, i suoi sacrifici e la sua tenacia. Segnaliamo agli appassionati d’arte Loving Vincent, opera inconsueta che anima i dipinti di Van Gogh; perfetti per le famiglie i cartoni animati: il tedesco Monster Family di Holger Tappe o Vita da giungla alla riscossa dei francesi David Alaux ed Eric Tosti. Per chi ama il thriller, infine, esce la storia del veterano Walter Hill in Nemesi con Sigourney Weaver o il noir indipendente italiano Veleni. Con Vincenzo Amato e Lello Arena.

Tags

, , , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema