Week end al cinema: tra gli eroi spaziali, The Circle e La tenerezza di Gianni Amelio

di Laura Delli Colli

Sono inevitabilmente i Guardiani della galassia protagonisti del secondo film della saga ispirata agli eroi della Marvel, con la regia di James Gunn, i protagonisti, questa settimana, del lungo week end festivo nei cinema. Oltre un milione di euro solo nella prima giornata di programmazione, il film continuerà la sua corsa conquistando i fanatici dell’originale cinecomic dedicato alle imprese delle più originali sentinelle dello spazio impegnate questa volta in una nuova avventura per scoprire l’identità del padre di Peter Quill/Star-Lord il ladro spaziale diventato leader dell’improbabile banda aliena.

Ancora Hollywood in sala con il thriller The Circle di James Ponsoldt con Emma Watson e Tom Hanks, L’eccezione alla regola di e con Warren Beatty e con Lily Collins. The Circle è un thriller ambientato in un futuro ormai prossimo, in cui la privacy è un reato. Basato su un bestseller è interpretato da Tom Hanks e Emma Watson e ambientato nella più grande azienda di tecnologia e social media del mondo, appunto The Circle, dove Mae (Emma Watson) fa il suo ingresso ed è subito incoraggiata dal Fondatore della società (Tom Hanks) a rinunciare alla propria privacy vivendo piuttosto la sua vita in un regime di assoluta pubblicità. Ma le regole di Hanks, nel film, non si fermano qui…

E arriva da Hollywood, a una ventina d’anni da Bulworth – Il senatore, il ritorno in scena e alla regia di una leggenda del cinema americano come Warren Beatty quasi 80 anni in L’eccezione alla regola, dove interpreta il ruolo del celebre produttore, regista, aviatore ed eccentrico milionario Howard Hughes. Nel film anche la moglie di Beatty, Annette Bening, e Matthew Broderick, Martin Sheen, Alec Baldwin. Nella Hollywood del 1958, una giovane attrice molto religiosa, come Frank Forbes, l’autista incaricato di portarla in giro lavorano per Hughes che non vuole, però, coinvolgimenti sentimentali tra i suoi dipendenti. Ma sarà proprio il rapporto con Hughes, che negli anni giovanili è stato rappresentato al cinema, come si ricorderà, da Leonardo DiCaprio in The Aviator di Scorsese, a cambiare la loro vita.

Irrompe nella vita di un vecchio avvocato napoletano forastico e solitario, diventato negli anni perfino anaffettivo di fronte all’anaffettività dei suoi stessi figli, La tenerezza apparente di una famiglia nella quale si abbatterà però un fatto imprevedibile, che non sveliamo agli spettatori anche perché imprime al film una sterzata forte, inattesa. E’ il plot del nuovo attesissimo film di Gianni Amelio con Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, che sta risollevando in sala già da qualche giorno gli incassi e l’attenzione sul cinema italiano dopo il debutto accolto con lunghi applausi affettuosi ad Amelio e al cast al Bif&st di Bari. Un film sui sentimenti perduti e sugli affetti ritrovati. Con un protagonista straordinario come Renato Carpentieri.

Da segnalare anche A casa nostra di Lucas Belvaux con Émilie Dequenne, André Dussollier, Guillaume Gouix, L’amore criminale con cui esordisce alla regia la produttrice di Tim Burton, Denise Di Novi e ancora La guerra dei cafoni di Davide Barletti e Lorenzo Conte, scontro di due bande in una Puglia rurale e affascinante dove è battaglia tra ricchi e poveri in una sorta di ‘guerra dei bottoni’ in cui le radici anche dialettali sono fortissime. Altri titoli ‘freschi’ di uscita Le verità opera prima di Giuseppe Alessio Nuzzo con Nicoletta Romanoff e Francesco Montanari insieme a Maria Grazia Cucinotta. E La ragazza dei miei sogni di Saverio Di Biagio con Primo Reggiani (e Nicolas Vaporidis) in una storia d’amore in cui inseguire il sogno di un incanto diventa un incubo ‘nero’. Poi Le donne e il desiderio, ambientato da Tomasz Wasilewski nella Polonia post-comunista è un film di un regista neanche quarantenne, considerato l’erede di Kieslowski, Orso d’Argento per la Migliore Sceneggiatura alla 66.ma Berlinale, Nominato anche agli EFA sempre per la sceneggiatura, racconta una storia nel primo anno in Polonia dell’euforia della libertà, ma anche dell’incertezza per il futuro. Quattro donne di età diverse apparentemente realizzate decidono che è giunto il momento di cambiare vita e di esaudire i loro desideri.

Tra i molti titoli anche i documentari: Tutti a casa di Lise Birk Pedersen è il film danese girato nel cuore del movimento di Beppe Grillo, c’è poi il film sulla vita di Whitney (Houston) di Nick Broomfield.

Buona visione e buon week end al cinema.

Tags

, , , , , , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema