Week end al cinema: Archibugi con Gli sdraiati e Bigelow con Detroit, due registe tra i debutti

di Laura Delli Colli

Regia al femminile in primo piano tra i dodici nuovi titoli in sala di questo week end che lancia, per il cinema italiano, Gli sdraiati di Francesca Archibugi, dal romanzo di Michele Serra e, tra le uscite internazionali, il durissimo Detroit, ritorno alla regia di una grande firma della Hollywood d’autore e di denuncia come Kathryn Bigelow.

È Claudio Bisio, con Gaddo Bacchini tra gli altri, il protagonista del film nel quale Francesca Archibugi – che firma anche la sceneggiatura con Francesco Piccolo – affronta il rapporto tra Tito, non ancora maggiorenne, e suo padre che ne condivide l’affido con la madre da cui è separato da sette anni. Come è difficile essere padre, ma anche essere figlio? Il film, forse anche più del libro, affronta il tema del conflitto generazionale ma anche sottilmente psicologico alla base dei rapporti familiari, tra incomprensioni, sensi di colpa e inevitabilmente molti scontri.

Torniamo al cinema italiano con la nuova commedia di Carlo Vanzina, scritta come sempre con il fratello Enrico e interpretata stavolta da Vincenzo Salemme e tra gli altri Max Tortora, Carlo Buccirosso, Serena Rossi. È Caccia al tesoro, che rivive il clima di un titolo storico come Operazione San Gennaro raccontando stavolta – sempre a Napoli – la commedia degli equivoci che ruota intorno alle vicende di un attore teatrale coperto di debiti (è Salemme) con un figlio di nove anni malato di cuore. Il bambino potrebbe salvarsi soltanto con una costosa operazione americana. Servono 160 mila euro, madre e zio si inginocchiano così di fronte all’altare di San Gennaro alla disperata ricerca di un miracolo. Che arriva puntuale, quando il patrono li ‘autorizza’ a prendere uno dei gioielli della sua Mitra custodita nella cripta della chiesa… Così, almeno, va in apparenza ma la vera storia è un’altra…

Tra le uscite per tutta la famiglia questa settimana c’è anche il film d’animazione per bambini Nut Job: tutto molto divertente. È drammatico invece Il Libro di Henry, con Naomi Watts, madre single di Peter, otto anni, che scopre il pericoloso segreto della famiglia della porta accanto, dove vive la compagna di classe del bambino… Segnaliamo poi alcuni titoli che meritano attenzione soprattutto per i loro interpreti: Il domani tra di noi di Hany Abu-Assad è interpretato da Idris Elba e Kate Winslet. Lei è una fotografa di successo, lui un medico. Si incontrano per caso in un aeroporto e visto che il maltempo ha cancellato il loro volo noleggiano un aereo privato per arrivare comunque in tempo a destinazione. Finiranno vittime di un incidente aereo, tra le gelide montagne invernali. American assassin di Michael Cuesta è il grande ritorno di Michael Keaton: storia di un giovane americano che, dopo la morte della su ragazza durante un agguato terroristico, decide di arruolarsi nella CIA. Istigato da un veterano della guerra fredda che lo userà cinicamente, finirà in una missione suicida in Medio Oriente

Tra i titoli da segnalare anche Il figlio sospeso di Egidio Termine, con un bravo Paolo Briguglia, e due documentari: La botta grossa di Sandro Baldoni e Il senso della bellezza di Valerio Jalongo. La botta grossa è un documentario sul terremoto di Amatrice, ma soprattutto un film sul dolore della perdita e sulla vita che continua. Senza retorica, e anzi con ironia e con un sorriso. Un film in cui si piange e si ride, ma soprattutto si ricostruisce. Curioso e affascinante, infine, sui misteri del Cern di Ginevra, Il senso della bellezza di Valerio Jalongo con un’incursione nel mondo del Large Hadron Collider, l’acceleratore di particelle che permette di avvicinarci il più possibile al Big Bang. Per gli appassionati dei misteri della scienza, ma non solo…

Tags

, , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema