A Venezia Leone d’Oro a Roy Andersson e Coppa Volpi a Adam Driver e Alba Rohrwacher

di Laura Delli Colli

Il Diario dalla Mostra di Venezia è curato da Laura Delli Colli, Presidente dei Giornalisti Cinematografici Italiani.

 

Venezia, 6 Settembre – Leone d’oro al Piccione nordico di Roy Andersson ma soprattutto una doppia Coppa Volpi per Alba Rohrwacher (finalmente!) e Adam Driver che premia con il talento degli attori il film emozionante e decisamente innovativo di Saverio Costanzo Hungry hearts.

 

Venezia 71 fa strage di scrittori, da Leopardi a Pasolini e si chiude con un verdetto accolto con gli applausi, particolarmente caldi, ovvio, quando Rohrwacher e Saverio Costanzo, in rappresentanza di Adam Driver, hanno ricevuto le Coppe Volpi. Un verdetto in parte annunciato, che replica per la Coppa femminile una scelta già italiana a un anno dalla vittoria di Elena Cotta.

Sorprendente, anche se la giuria ha dimenticato un grande favorito come il film inaugurale Birdman, la scelta del vincitore, A pigeon sat on a branch reflecting on existence coprodotto da Svezia, Germania, Norvegia e Francia, ma anche il Leone d’argento al film di Andrej Konchalovskij che ora troverà una distribuzione in Italia.

 

Prevedibile il riconoscimento al film di Joshua Oppenheimer The look of silence, Gran premio della Giuria. Applauditissimi anche l’iraniano Ghesseha, premiato per la miglior sceneggiatura, e il film turco Sivas di Kaan Mujdeci, vincitore del Premio Speciale della Giuria, ma soprattutto il più giovane degli attori Romain Paul, poco più che adolescente, protagonista di Le dernier coup du marteau della regista francese Alix Delaporte.

Completa il palmares il Leone del futuro,100 mila dollari da dividere tra produttore e regista per Court, indiano, premiato da Ambra Angiolini a nome della famiglia De Laurentiis. A sorpresa tra i molti premo la giuria della sezione Orizzonti ha premiato Belluscone di Franco Maresco.

 

L’Italia, protagonista apprezzata anche dalla stampa per le proposte selezionate quest’anno, esce dalla Mostra 71 con un bilancio positivo. Anche per questo il presidente della Biennale Paolo Baratta ha ringraziato concludendo la cerimonia il Direttore della Mostra Alberto Barbera. Record di giornalisti accreditati per quest’edizione che ha visto premiati anche Frances Mc Dormand e James Franco.

Un applauso anche per la Giuria di Venezia 71, a nome della quale proprio Carlo Verdone ha consegnato a Saverio Costanzo la Coppa destinata ad Adam Driver. Un suo successo personale il doppio colpo degli attori di Hungry hearts?

Infine, proprio Verdone, particolarmente legato alla storia del cinema italiano, sarà stato felice della scelta di premiare Una Giornata particolare di Ettore Scola come miglior film restaurato quest’anno.

Tags

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema