Ultimi film in concorso: vampiri e Venere sadomaso

di TBWA-admin

L’hanno tenuta come ultima sorpresa il nuovo gioiello firmato Roman Polanski, La Venere in pelliccia, con cui il regista prosegue intrecciando i binari di cinema e teatro. Protagonista Mathieu Amalric nei panni di uno sceneggiatore e regista di una pièce tratta dalle pagine di Sacher-Masoch che dà anche titolo al film (e al termine “masochismo”). Un diluvio, l’arrivo improvviso di una conturbante aspirante protagonista il cui provino si trasformerà in un vero e proprio spettacolo di attrazione fatale. Lei, Emmanuelle Seigner (anche qui, finzione del reale: nella realtà è la moglie di Polanski), è di una bellezza, di un carisma e di una sensualita’ irresistibili.

Una messa in scena impeccabile, considerato oltre tutto che l’intero film si svolge nello spazio chiuso ma mai claustrofobico del teatro, e una provocatoria svolta feminista nel finale dove è sempre la donna ad essere padrona, dea, regina e l’uomo la segue al guinzaglio, il tutto condito da  un’ironia e un’autoironia che non rendono mai pesante la narrazione, ne’ ne rallentano il ritmo.

Come si realizzano ottimi film con soli due attori in scena? “È una delle sfide più difficili, ma le raccolgo da sempre volentieri- racconta Polanski – Non a caso già nel mio primo film,  Il coltello nell’acqua, c’erano soli tre personaggi.  Diciamo che nel gioco sado-masochista del girare un film sono io a dominare loro, e quando posso li picchio anche, eppure non si lamentano”. Scherza il regista.

Un film di intrattenimento squisitamente intellettuale con boutade su Jacques Derrida e citazioni alte da tragedia greca, che uscirà nelle nostre sale solo il 31 ottobre.

Di tutt’altro tipo il film proposto da Jim Jarmush, Only Lovers Left Alive di Jim Jarmusch, variazione d’autore sul tema cinematografico vampiresco. Uno lo interpreta Tom Hiddleston, che si finge musicista  nottambulo e poi corrompe un dottore per ottenere sangue. L’altra è Tilda Swinton, abituata a discorrere sui massimi sistema sopra i tetti piatti della città. La terza vampira e’ la piu’ ribelle e casinista del gruppo e vanta l’interpretazione della sempre convincente Mia Wasikowska.

Da ricordare i ghiaccioli di sangue, una chicca in una commedia  che gioca con un filone commercialmente accattivante, quello dei film sui vampiri, quasi per distruggerlo a forza di ironia, dall’interno.

Di Claudia Catalli per Oggi al Cinema
Foto: Roman Polanski – Photocall – Venus In Furs © FDC / F. Lachaum

Contenuto in collaborazione con

Oggi_al_Cinema_logo

Tags

, , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema