Tempo di commedia, demenziale e sofisticata

di TBWA-admin

Splende finalmente il sole a Locarno, anche in senso metaforico: in Piazza Grande vengono proiettate le prime commedie e si ride di gusto, persino fino alle lacrime. Ce n’è per tutti i palati: chi ama la commedia demenziale, grossolana, con un tocco di satira sociale ha adorato l’indipendente Wrong Cops, scritta e diretta da Quentin Dupieux. Ovvero tutto quello che la polizia non dovrebbe mai fare, da spaccio di droga “via ratto” a minacce con pistole pur di ammirare seni femminili.

Ugualmente scorretta, ma decisamente più divertente, ben scritta e con un ritmo semplicemente perfetto, l’imperdibile We are the Millers. Anche qui si parla di narcotraffico, ma è la storia di un uomo (Jason Sudeikis, straordinario) che, per passare più inosservato, sceglie di portare con sè, al di là del confine messicano, una finta famiglia improvvisata e sgangherata (da segnalare la bravura di Emma Roberts). Ne accadranno delle belle, grazie a una sceneggiatura piena di fantasia, colpi di scena e un umorismo scorretto e straripante, che fa venire voglia di rivedere il film subito dopo i titoli di coda. Imperdibili anche questi, soprattutto per proseguire il turbinio di risate con la presa in giro dell’intero cast a Jennifer Aniston (e non sveliamo oltre per non rovinarvi la sorpresa), nel film nelle inediti vesti i una sensualissima stripper. A margine, segnate il nome di Joe Morgan: capirete vedendo il film di cosa parliamo.

Di tutt’altro stile, ma sempre sul sofisticato, la commedia Vijay and I, firmata dal creatore dell’altrettanto valido Irina Palm, il regista Sam Garbarski. Protagonista assoluto l’eccellente interprete tedesco Moritz Bleibtreu, nei panni di un novello Mattia Pascal pirandelliano: non contento del suo frustrante lavoro (tutti i giorni chiuso nel buffo quanto ingombrante costume verde acido da pupazzo, cioè Bad Luck Bunny), disperato che nessuno ricordi il suo 40mo compleanno, calavalca un malinteso e si finge morto. Poi si trasforma fisicamente, si trucca e assiste al suo stesso funerale. La commedia dell’equivoco cede allora il passo alla commedia romantica: il nuovo sè, alias Vijay, conquisterà il cuore – e il corpo – di sua moglie (Patricia Arquette), ravvivando un rapporto che negli anni si era spento. E si accattiva anche il favore del pubblico, con i suoi modi gentili, l’ironia e la nuova mania di “mangiare con le mani”. Da vedere per sorridere, e per imparare a far rifiorire quegli amori che appassiscono solo in apparenza.

Di Claudia Catalli per Oggi al Cinema
[Foto: Wrong Cops di Quentin Dupieux]

Contenuto in collaborazione con 

Oggi_al_Cinema_logo

 

 

Tags

, , , , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema