Nastri d’Argento: domani sera i Premi a Taormina Con Monica Bellucci e Gabriele Muccino, una serata superstar

L’ora legale di Ficarra e Picone commedia dell’anno, Monica Bellucci Nastro europeo 2017, Gabriele Muccino per il prestigioso ‘Behind the camera’ che i Giornalisti Cinematografici hanno importato da Los Angeles e, ancora, per 7 minuti di Michele Placido, attrici come Cristiana Capotondi, Ambra Angiolini, Violante Placido, Ottavia Piccolo, sono in arrivo sul palcoscenico del Teatro Antico per il gran finale a Taormina dei Nastri d’Argento.

Alla 71.ma edizione, main sponsor BNL – Gruppo Bnp Paribas, il Premio organizzato dai Giornalisti Cinematografici Italiani con il sostegno della Direzione Generale Cinema MiBACT è quest’anno alla sua 71ª edizione, che si prepara a chiudere in un luogo che evoca storicamente grande cinema e glamour con una grande serata di cinema destinata in differita anche a Raiuno (si vedrà il 14 luglio) e guidata da Andrea Delogu, un volto e una voce notissimi soprattutto agli spettatori più giovani che seguono cinema e musica non solo in tv sulle reti Rai ma anche alla radio.

A Taormina, domani, Teatro gratuito per la prima volta per il pubblico e molta attesa per i vincitori di quest’edizione: per esempio per la migliore commedia, L’ora legale di Ficarra e Picone che recitano però in contemporanea proprio in Sicilia, a Siracusa, ne Le rane di Aristofane, ma stanno preparando una sorpresa anche agli spettatori del Teatro Antico.

La ‘notte delle stelle’ come la chiamano a Taormina festeggia insomma come ogni anno il meglio del cinema scelto dai Giornalisti che votano i vincitori nelle ‘cinquine’ di candidati per ogni settore del cinema: dai registi agli attori, ai protagonisti più giovani, ai tecnici, assegnando premi che evocano negli anni l’icona di una pellicola, il Nastro appunto, che resiste simbolicamente nell’immaginario collettivo anche alla rivoluzione tecnologica.

Grandi nomi come Monica Bellucci che riceve il Nastro europeo per il film Sulla via lattea-On the milky road, nel quale l’ha diretta Emir Kusturica e con lei un esercito di giovanissimi sono in arrivo a Taormina, dopo la serata che a Roma, qualche settimana fa, lanciando le candidature 2017, ha già svelato i vincitori per la fotografia, i costumi, il montaggio, la scenografia, il sonoro in presa diretta. Due Nastri sono già andati a Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia, presentato a Cannes, due a Fai bei sogni di Marco Bellocchio, uno a La tenerezza di Gianni Amelio e uno a Fortunata di Sergio Castellitto.

E, con Indivisibili di Edoardo De Angelis, sorprendente film rivelazione dell’ultima stagione, proprio La tenerezza e Fortunata, premiato a Cannes per l’interpretazione di Jasmine Trinca, anche candidata al Nastro, sono in pole position per vincere la grande sfida di domani, con 7 nomination ciascuno.

Tra gli attori la sfida più avvincente, ma qualcuno ha già vinto premi speciali: la giovane protagonista di Fiore Daphne Scoccia, per esempio e con lei – tra i ragazzi di questa stagione – Brando Pacitto visto sia nel film di Muccino L’estate addosso che in Piuma (e proprio questo film di Roan Johnson ha già conquistato un Nastro speciale tra i titoli che quest’anno hanno raccontato i giovani).

Ancora i giovani attori: i Giornalisti ne segnalano molti quest’anno, da Angela e Marianna Fontana, Indivisibili, a Valentina Bellè e Giacomo Ferrara visti in Il permesso – 48 ore fuori, a Vincenzo Crea, I figli della notte, Ludovico Tersigni ‘scoperto’ da Andrea Molaioli in Slam – Tutto per una ragazza, al giovanissimo Andrea Carpenzano, bravo a far coppia con un grande regista ‘esordiente’ speciale davanti alla macchina da presa come Giuliano Montaldo, premiato con un Nastro da attore protagonista per il film di Francesco Bruni Tutto quello che vuoi.

Premi legati al cinema ma anche all’attualità. Il Nastro alla carriera per questo è andato a Roberto Faenza, regista da sempre attento anche al cinema che parla di inchieste, misteri, gialli irrisolti come la scomparsa di Emanuela Orlandi, cui ha dedicato il suo ultimo film. E i Giornalisti quest’anno non hanno sottovalutato l’importanza del racconto cinematografico sui temi del lavoro: 7 minuti di Michele Placido, appunto. Ma anche Sole cuore amore di Daniele Vicari interpretato da una bravissima Isabella Ragonese con Francesco Montanari, che domani sera riceve il premio per il film. Il resto è tutto da scoprire: meno di ventiquattr’ore e sapremo per chi sarà l’applauso finale…

 

Tags

, , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema