Mustang: la sfida francese agli Oscar® è in questo film sulla libertà in Turchia

Un villaggio isolato, una storia di liberazione femminile nella Turchia maschilista di Erdogan e cinque eroine dal carattere ribelle proprio come i mustang, cavalli selvaggi che danno il titolo al film: ecco la storia con la quale la regista neanche quarantenne Deniz Gamze Ergüven ha esordito oggi alla Festa di Roma.

Ed ecco il film che contende al nostro Non essere cattivo di Claudio Caligari la possibile corsa verso l’Oscar® per il miglior film straniero in lingua originale.

Un film che parla turco ma batte bandiera francese e che uscirà in Italia con Lucky Red.

Una platea di ragazzi, studenti di Liceo, oggi l’ha accolto con entusiasmo, per la sezione Alice nella città: Mustang, coprodotto con Germania, Turchia e Quatar ha già vinto il Label Europa Cinémas dell’ultima Quinzaine di Cannes ed è anche nella terna che concorre al Premio LUX.

Racconta la storia di Lale e delle sue quattro sorelle che fanno scandalo per essersi messe a giocare con alcuni ragazzi al ritorno da scuola. Da qui inizia una vera e propria segregazione familiare che il film denuncia con forza: “la Francia del resto” dice la regista “è un Paese impegnato a difendere una serie di valori che questo film dimostra quanto siano a rischio in un Paese come la Turchia più arretrata: libertà, istruzione e condizione della donna”.

La regista domani sarà ad Istanbul per l’uscita del film: “Ho ricevuto qualche attacco” dice “ma confido che il cinema possa dimostrare di avere una propria forza, autonoma e coraggiosa

Segui welovecinema

We Love Cinema