Festa di Roma: via anche ad Alice nella città. Che ora aspetta Orlando Bloom e Dakota Fanning

Via con la Festa del Cinema di Roma anche alle attività e ai film di Alice nella città, con lo spazio a Casa Alice dedicato a molti incontri stampa e alle masterclass con i protagonisti che accompagneranno il programma di questa 15.ma edizione della sezione autonoma dedicata ai più giovani dalla Festa.

Già ieri grazie a Radio2 il dj Luca Cucchetti alla consolle ha animato una piccola festa nella Festa ed è già grandissimo l’interesse da parte del pubblico per i film del Concorso di Alice: sono già oltre dieci mila le prenotazioni da parte delle scuole e degli studenti per assistere alle proiezioni. E da stamattina proprio i ragazzi hanno assistito alla masterclass del ciclo Stand Up for Creativity dedicata ai mestieri del cinema che si inaugurano con un produttore ‘storico’ come  Fulvio Lucisano. 

L’attesa più grande è però per Orlando Bloom che sabato mattina sarà a Roma sia per partecipare ad  un  incontro aperto  al pubblico alle 12.30 insieme a Maya Sansa che per accompagnare il film Romans dei fratelli Shammasian del quale è protagonista (la proiezione sempre sabato 4 novembre  alle 22.30 al cinema Admiral di piazza Verbano).

Oltre agli ospiti annunciati il pubblico avrà inoltre la possibilità di incontrare Sophie Nélisse, giovane attrice canadese che ha raggiunto la fama internazionale grazie al ruolo da protagonista in Storia di una ladra di libri di Brian Percival, adattamento cinematografico del romanzo La bambina che salvava i libri di Markus Zusak. Sophie Nélisse è la protagonista di Worst Case, We Get Married di Léa Pool, presentato nella sezione Panorama. A presentare invece la serie norvegese di successo Skam interverranno il 28 ottobre le due giovani protagoniste Iman Meskini e Josefine Frida Pettersen, insieme al produttore Håkon Moslet.

Ci sarà, poi anche una piccola grande star come Dakota Fanning. I due fondatori della rassegna, Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, pur avendo dato ampio spazio ai film italiani, quest’anno hanno preferito infatti un cinema che parla il linguaggio internazionale, che abbatte confini e barriere anche se i film del nostro paese avranno spazio grazie alla sezione “Panorama Italia”, realizzata in collaborazione con il Kino, che propone opere trascurate dai festival e dalle sale, come L’Età imperfetta di Ulisse Lendaro, Cercando Camille di Bindu De Stoppani, Io sono qui di Gabriele Gravagna, Fuori Sede di Mario Scandale, Raffaele Bartoli, Carmelo Alù, Lorenzo  Collati con la supervisione di Sergio Rubini, Lola + Jeremy (Italia-Francia) di Julie Hygreck, Finché c’è prosecco c’è speranza di Antonio Padovan e Guarda in alto di Fulvio Risuleo. Film di apertura è Metti una notte di Cosimo Messeri, mentre per la chiusura è stato scelto Si muore tutti democristiani del Terzo segreto di satira, ossia Pietro Belfiore, Davide Bonacina, Andrea Fadenti, Andrea Mazzarella e Davide Rossi, che dal successo del web approdano al grande schermo. Dalla rete arriva anche il debutto dei The Jackal, con la fanta-comedy Addio Fottuti Musi Verdi.

Tra i corti Strollica di Peter Marcias, Sweet Heart di Marco Spagnoli, Una serata speciale di Federico ZampaglioneFine d’estate di Paolo Strippoli e, per il progetto Migrarti, La recita di Guido Lombardi, Jululu di Michele Cinque, A mio padre di Gabriel Laderas e Alessio Tamborini, Figli Maestri di Simone Bucri e quattro corti degli studenti del corso di cinema del RUFA – Rome University of Fine Arts. Tra gli eventi speciali, invece, Luce Propria di Marco Danieli e la serie tv Camorriste di Paolo Colangeli, unito ad un evento che si inserisce all’interno della Giornata della legalità.

Tra le pellicole più attese, Mazinga Z – Infinity (per l’occasione, interverranno quattro appassionati di manga: il regista Gabriele Mainetti, Roberto Recchioni, curatore editoriale di Dylan Dog, lo youtuber Dario Moccia e la casa editrice milanese J-POP Manga), il film d’animazione The Breadwinner di Nora Twomey, presentato in collaborazione con la Festa di Roma, Capitan Mutanda di David Soren, il thriller The Changeover di Miranda Harcourt e Stuart McKenzie e And then I Go di Vincent Grashaw. Fuori concorso, c’è anche Beyond the Sun di Graciela Rodriguez Gilio e Charlie Mainardi, sostenuto da Papa Francesco. In cartellone, per i più piccoli,anche la première di beneficienza di Paddington 2, con Francesco Mandelli nel ruolo di doppiatore, che vedrà insieme Alice nella città e l’associazione culturale Everychildismychild, formata da oltre 200 artisti e personaggi noti, nata per tutelare i diritti dei minori.

Infine, ricordando che BNL Gruppo Bnp Paribas è sponsor anche di Alice nella città, ecco la giuria del Premio Taodue “Camera d’oro”, assegnato al miglior regista emergente delle opere in concorso: presidente è Trudie Styler, affiancata da Barbora Bobuľová, Zoe Cassavetes, Marco Danieli, Andrea Delogu, Nicola Guaglianone e Camilla Nesbitt, amministratore delegato di Taodue. Anche la maratona per i ragazzi è iniziata….

Da Roma buon cinema a tutti!

Tags

, , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema