Il cinema che verrà: mentre in sala vola Spider-Man sarà Valerian a inaugurare la nuova stagione

di Laura Delli Colli

Prime anticipazioni della nuova stagione, sarà l’attesissimo nuovo film di Luc Besson Valerian e la città dei mille pianeti a inaugurare la nuova stagione dopo l’estate e la raffica di uscite d’autore, soprattutto italiane, attese dopo la Mostra di Venezia. Il film, nel listino 01, è pura fantascienza in un bagno di fantasy nato dalla strip francese Valérian et Laureline, protagonisti Dane DeHaan e Cara Delevingne.

Non c’è dubbio, è la punta di diamante tra i titoli del listino 01 che annuncia Dogman di Matteo Garrone (è il titolo internazionale del film ispirato alla tragica vicenda del ‘canaro’), ma anche i nuovi film di Mario Martone (Capri-Batterie, con Marianna Fontana che è una delle due gemelle di Indivisibili), Paolo Virzì (Ella & John, girato in America), dei Jackal (Addio fottuti musi verdi), per non parlare del ritorno di Daniele Luchetti con la coppia Giallini-Germano (Io sono tempesta), della coppia inedita Pierfrancesco Favino-Beppe Fiorello nell’opera prima molto musicale Chi m’ha visto? di Alessandro Pondi, del musical Ammore e malavita, ritorno dei Manetti e, ancora, del debutto alla regia di Valerio Mastandrea (Ride) e, tra i molti italiani in arrivo, anche del terzo e ultimo Smetto quando voglio. Ad honorem, dove la banda di Sidney Sibilia sarà alle prese con l’impresa di sventare un attentato.

E siamo già a Natale? Beh, cinematograficamente parlando – anche se il caldo rovente di queste giornate rischia di mettere knock out anche Spider-Man – è proprio così, visto che a proposito di film si parla più di cinepanettoni che di uscite in sala. È l’effetto Cinè, un ‘logo’ che la gente di cinema conosce molto bene. Perché Cinè, che si avvia alla conclusione, ha dedicato tutta la settimana come ogni anno, a Riccione, alla presentazione delle novità in arrivo per la prossima stagione: titoli e protagonisti in vetrina per offrire, più che alla stampa, agli esercenti e all’industria un antipasto del menù che l’industria prepara per un’abbuffata – si spera – destinata alla ‘tavola’ cinematografica del prossimo autunno inverno.

Cosa promette il cinema? Titoli importati da Cannes, première hollywoodiane e naturalmente i film italiani, con la curiosità per le opere prime e un appetito ‘stuzzicato’ dai titoli delle commedie, piatto forte ancora una volta di una stagione che spera così di riportare a casa il pubblico.

Compito arduo, visto il crollo dei nuovi titoli in sala con l’ingresso nel cuore dell’estate, mentre le città propongono eventi culturali all’aperto. Il box office si affida così a super eroi e mostri: Spider-Man: Homecoming e Godzilla tornano con i loro effetti speciali in versione rivisitata da giovani autori.

A proposito di ‘mostri’ ce ne saranno non pochi nella galleria comica del Natale in arrivo: a Cinè è stata lanciata una vera “bomba comica” da Filmauro che, al posto della commedia ormai tradizionale con Lillo e Greg, per le feste punta sul recupero della memoria ‘storica’ di un genere largamente firmato da Neri Parenti, con un film di montaggio di circa 90 minuti che sarà un concentrato di 35 anni di cinepanettoni.

Il titolo? Ovviamente Super Vacanze di Natale. Dal 14 dicembre un collage di cinema delle feste con Alberto Sordi, Stefania Sandrelli, Sabrina Ferilli, Diego Abatantuono, Michelle Hunziker, Claudio Bisio, Belen Rodriguez per la supervisione di Paolo Ruffini, che si è definito “un fan professionista del genere”.

Dai Vanzina a Neri Parenti, una ‘bomba’ in cui gli appassionati del genere rivedranno anche l’ex coppia Massimo Boldi e Christian De Sica, che a Natale si troveranno paradossalmente concorrenti di se stessi: a Boldi toccherà Natale da Chef e a De Sica il ritorno di Fausto Brizzi, con Poveri ma ricchissimi.

Non solo risate natalizie tra gli italiani in arrivo: agli spettatori più esigenti sono destinati titoli come Il contagio, di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini (già autori di Et in terra pax) tratto dal romanzo omonimo di Walter Siti e ambientato nelle periferie romane con echi di Mafia Capitale. Nel cast del film Vinicio Marchioni, Anna Foglietta e Vincenzo Salemme in un ruolo assolutamente inedito.

Con Universal, che ha in arrivo l’attesissimo Loro, il film di Paolo Sorrentino con Toni Servillo nei panni di Silvio Berlusconi, anche film pop come Atomica Bionda Cattivissimo Me 3, e  L’uomo di neve con Michael Fassbender e Barry Seal con Tom Cruise.

Sempre tra le Majors ci saranno titoli nazionali anche nel ricco listino Warner Bros. Dopo Spider-Man: Homecoming, arrivano Dunkirk di Nolan, La torre nera con Matthew McConaughey e Idris Elba, Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve e Justice League, un anticipo di un’Italia d’autore con Napoli velata di Ferzan Ozpetek (che uscirà il 1° gennaio), L’equilibrio di Vincenzo Marra e Amori che non sanno stare al mondo di Francesca Comencini.
Warner lancia a ottobre Terapia di coppia per gli amanti di Alessio Maria Federici, dal romanzo omonimo di Diego De Silva con Ambra Angiolini e Pietro Sermonti.

Alessandro Gassmann e Lillo, a Riccione per la nuovissima Vision Distribution, hanno presentato l’uno Il Premio, un road movie che lo riporta dietro la macchina da presa, l’altro Nove lune e mezza, opera prima di Michela Andreozzi di cui la regista è anche interprete insieme a Claudia Gerini, Giorgio Pasotti, Alessandro Tiberi, Claudia Potenza, Stefano Fresi.

Medusa, invece, oltre a Neri Parenti con Massimo Boldi, Rocío Muñoz Morales, Francesca Chillemi e Dario Bandiera per Natale da chef, ha portato a Riccione Vincenzo Salemme e Carlo Buccirosso, protagonisti della nuova commedia dei Vanzina Caccia al tesoro (uscirà a novembre), Donato Carrisi, al suo esordio alla regia con La ragazza nella nebbia, tratto dal suo romanzo omonimo del 2015, il duo comico formato da Corrado Nuzzo e Maria Di Biase, anche loro per la prima volta dietro la macchina da presa, alla regia del film Vengo anch’io, commedia in uscita il prossimo autunno che li vede anche protagonisti.

Sempre tra le anteprime d’autunno un piccolo film come 7 giorni di Rolando Colla, storia di una passione travolgente e proibita raccontata tra i pochi in uscita ad agosto. Poi l’intrattenimento internazionale con Baby Driver, il nuovo action movie diretto da Edgar Wright in sala dal 7 settembre sempre con Warner, Due sotto il burqa,  opera prima della regista franco-iraniana Sou Abadi (in sala da dicembre per I Wonder Pictures) e la proiezione speciale targata The Walt Disney Company Italia del documentario Motori Ruggenti  – 95 anni di velocità e passione per le auto in Italia diretto da Marco Spagnoli, un viaggio del nostro paese sulla cultura e la passione automobilistica attraverso i racconti di testimoni d’eccezione.

Nel segno della qualità anche internazionale Cinema di Valerio de Paolis, che proporrà in autunno, dopo il grande successo al Sundance, The big sick – Il matrimonio si può evitare… l’amore no di Michael Showalter, commedia romantica, divertente e commovente.

Poi arriveranno Il palazzo dei Vicerè di Gurinder Chadha presentato quest’anno a Berlino. Il mio Godard (Le Redoutable) di Michel Hazanavicius, e Happy end di  Michael Haneke, interpretato da Isabelle Huppert, Jean-Louis Trintignant e Mathieu Kassovitz.

Sempre in autunno arriverà in sala, tra gli italiani, dopo l’ottima accoglienza a Cannes L’intrusadi Leonardo Di Costanzo, regista rivelazione de L’intervallo. E Cinema chiuderà l’anno, contro I ‘cinepanettoni’, con il divertentissimo Finding your feet di Richard Loncraine: un “non è mai troppo tardi per rifarsi una vita ed essere felici”…

 

Tags

, , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema