Cannes, è il giorno di Robert De Niro. E ‘Toro scatenato’ torna alla boxe

di Laura Delli Colli

La Croisette festeggia Robert De Niro che arriva oggi sul red carpet con un grande omaggio e torna di nuovo sul ring con la proiezione speciale di Hands of stone (del regista venezuelano Jonathan Jakubowicz) come ai tempi del mitico Toro scatenato.

Sono cambiati i ruoli, però e stavolta Bob nell’angolo come manager e allenatore anche se il suo Ray Arcel è un De Niro, come assicura il produttore Harvey Weinstein, “allo stato puro” formidabile pusher di coraggio e adrenalina per Roberto Durán.

Il film racconta la vera storia del pugile panamense che debuttò come professionista nel 1968, appena sedicenne, diventando famoso come Manos de Piedra (nel film lo interpreta Edgar Ramirez)  con la sua celebre rivalità con Sugar Ray Leonard, che batté nel 1980 conquistando il titolo di campione dei pesi welter prima di una rivincita nel novembre dello stesso anno, nel match che passò alla storia come No Más Fight quando Durán si ritirò quando Leonard stava dominando l’incontro.

Oltre de Niro, mai come quest’anno Cannes schiera sulla Montèe des marches tanto divismo. Tra le star madame Catherine Deneuve è ospite speciale del presidente Pierre Lescure e Marion Cotillard con Louis Garrel sono stati la coppia mèlo di un week end scintillante. Ma spopolano soprattutto le star hollywoodiane e la temperatura del divismo internazionale sale anche tra i giovanissimi: dopo gli avvistamenti di Ryan Gosling e Russell Crowe, gettonatissimi dai fans, con The Nice Guys che comincia proprio dal Festival il tour promozionale del loro primo film in coppia, c’è il ritorno di un regista indipendente come Jim Jarmush e, per le ragazzine nostalgiche dei vampiretti di Twilight, ecco le lunghe attese davanti al Palais con i cartelli, sperando che Robert Pattinson si distragga un momento dal mercato, dov’è in cerca di finanziamenti per chiudere il budget la produzione del suo prossimo film, sofisticato fantasy sul futuro di Claire Denis, che dovrebbe intitolarsi High life. La festa continua anche per l’Italia: domani alla Quinzaine  debutta Fiore di Claudio Giovannesi altro titolo attesissimo.

Tags

, , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema