Cannes 70: gran finale con Palma svedese e la Giuria premia Diane Kruger e Nicole Kidman

di Laura Delli Colli

Compleanno senza Palma per la Francia: anche se il Gran Premio della Giuria è andato a 120 battements par minute di Robin Campillo, nato in Marocco e cresciuto a Aix-en-Provence (il più amato dal presidente della Giuria, Pedro Almòdovar?), il più ambito tra i riconoscimenti dell’edizione numero 70 di Cannes è andato, infatti, a sorpresa allo svedese The Square di Ruben Östlund.

Il film è una commedia sullo scontro sociale che punta il dito soprattutto contro certe caste culturali, in particolare del mondo dell’arte, che racconta con beffarda ironia. Una metafora evidente e universale sulla distanza tra il cuore della società e delle città e tutte le periferie. Il premio speciale dei 70 anni, inevitabilmente, è andato all’attrice più presente nei film proposti dalla selezione, Nicole Kidman (ma a ritirarlo per lei, già tornata a casa, con un po’ di delusione in sala, è stato il suo amico e collega Will Smith).

Assente dalla premiazione guidata dalla madrina Monica Bellucci è stata anche Sofia Coppola, premio per la regia con il remake del film di Don Siegel La notte brava del soldato Jonathan, L’inganno. È stata la giurata Maren Ade a leggere per lei un messaggio nel quale Sofia ha ringraziato il fratello Roman, il padre Francis (“mi ha insegnato a girare e scrivere”), la madre (“è lei che mi ha incoraggiato”) ma soprattutto Jane Campion, “un modello per le registe”, l’unica donna – del resto – ad aver vinto la Palma d’oro.

Joaquin Phoenix è stato premiato come miglior attore per You Were Never Really Here e davvero non se lo aspettava (scusandosi è salito sul palco con un paio di sneakers incompatibili con lo smoking d’ordinanza), preceduto del resto da un riconoscimento andato alla sceneggiatura per lo stesso film.

Favoritissimo alla vigilia della premiazione 120 battements par minute di Robin Campillo, sulla battaglia civile degli anni ’90 del gruppo Act Up Paris nella lotta contro l’Aids, ha vinto il Gran Premio della Giuria accolto da un commento inatteso di Almódovar quasi commosso nel citare il suo impegno e la sua qualità.

Come previsto è andato a Diane Kruger il premio della miglior attrice per In the fade di Fatih Akin, nel ruolo di una donna che cerca vendetta contro i terroristi che gli hanno sterminato la famiglia. Inevitabile la sua dedica alle vittime del terrorismo: “Non sarete dimenticate” ha detto sul palco.

You were never really here di Lynne Ramsay è stato premiato per la sceneggiatura, ex aequo con Yorgos Lanthimos per The killing of a Sacred Deer.

Si chiude così, con un verdetto applaudito e condiviso, decisamente migliore del Festival che ha proposto i film del 70° un’edizione che non lascia una traccia speciale, nonostante il compleanno eccellente, nella storia del Festival. Lascia però un segno importante per il cinema italiano che nelle diverse sezioni, pur senza presenza in concorso, è stato apprezzato e applaudito, premiando come miglior attrice della sezione Un certain regard Jasmine Trinca per Fortunata di Sergio Castellitto. Palma d’Oro simbolica alla Giuria di Almódovar e – con la madrina Monica Bellucci decisamente all’altezza del suo ruolo – al nostro Paolo Sorrentino che ne ha fatto parte: il verdetto finale, equilibrato e di qualità è il ricordo migliore di quest’edizione, gran passerella di star ma non di cinema eccellente. Appuntamento al prossimo anno. E per i film, presto – si spera – in sala.

 

Tutti i premi della 70ma edizione

 
Palma d’Oro

The square di Ruben Östlund

Premio del 70° anniversario

Nicole Kidman

Gran Premio della Giuria

120 Battements par minute di Robin Campillo

Regia
Sofia Coppola per L’inganno

Attore
Joaquin Phoenix per You were never really here 

Attrice
Diane Kruger per In the Fade 

Premio della giuria

Andrey Zvyagintsev per Loveless

Premio per la sceneggiatura

Yorgos Lanthimos per A Killing of a Sacred Deer

e Lynne Ramsay per You Were Never Really Here.

Miglior cortometraggio

A Gentle Night del cinese Qiu Yang

Camera d’Or

Jeune Femme (Montparnasse Bienvenue) di Léonor Sérraille.

Tags

, , , , , , , ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema