Avanti c’è posto nel cinema d’estate

di Laura Delli Colli

Tra premi e bilanci di stagione c’è una novità, quest’anno, per chi d’estate non rinuncia ad un buon film: il cinema d’estate scende in piazza, nelle arene sempre più popolari, accende I riflettori sui festival e sulle rassegne e spinge per una volta più forte sull’acceleratore nel segno della qualità. La prova? Da Bologna a Taormina i Festival già lanciano, a partire da questo week end, nuovi titoli destinati alle sale, si moltiplicano eventi e retrospettive -una per tutte la maratona dell’estate romana all’Isola del cinema- ma sono le sale di qualità, per la prima volta, a segnare in controtendenza il nuovo corso accendendo, nonostante le vacanze, in 400 sale italiane di qualità un programma di titoli che hanno un’etichetta- la Federazione Italiana del Cinema d’Essai- e un programma preciso: “Estate d’Autore. Prime visioni al cinema”.

Si tratta di una selezione di titoli in uscita nonostante l’arrivo del caldo segni ogni anno l’inizio del ‘chiuso per ferie’ in molte sale dei più importanti circuiti. Sono: La casa delle estati lontane di Shirel Amitaï, Fiore di Claudio Giovannesi, In nome di mia figlia di Vincent Garenq, che esce proprio in questo week end, e ancora, Ma ma-Tutto andrà bene di Julio Menem, Segreti di famiglia di Joachim Trier, Saint amour di Benoît Delépine e Gustave Kervern. E anche il curioso documentario S Is for Stanley di Alex Infascelli, una ‘chicca’ per I cinefili, storia di Kubrick visto da (molto) vicino dal suo autista italo americano.

Non solo. In un panorama nazionale particolarmente attento anche alle altre cinematografie arrivano non solo nelle arene ma proprio nei cinema che un tempo abbassavano la saracinesca rassegne di segno diverso, quasi esotico, ma perfette per testare in termini di cinema come cambia il gusto degli altri: se Ferzan Ozpetek, che ne è presidente onorario torna tra pochi giorni a tenere a battesimo a Roma il Festival del cinema turco, ‘Nuovo Cinema Teheran’ – sempre in programma in molte sale di qualità – è il titolo di un interessante viaggio cinematografico dedicato a svelare un paese in trasformazione.

Cinema del reale poi per gli amanti dei documentari di qualità: “Visioni Italiane-I documentari al cinema” propone una rassegna di 3 titoli molto diversi tra loro, tutti e tre distribuiti da Luce Cinecittà:Borsalino City di Enrica Viola cpn la storia di un cappello molto amato dal cinema anche hollywoodiano (vedi Bogart in Casablanca…) Dustur di Marco Santarelli, e Nessuno mi troverà di Egidio Eronico. Tre titoli ai quali si aggiungono Oggi insieme domani anche di Antonietta De Lillo, I ricordi del fiume di Gianluca e Massimiliano De Serio e Rino-La mia ascia di guerra di Andrea Zambelli.

E’ il primo passo per far capire al pubblico che i buoni film devono essre disponibili tutto l’anno. Ed è anche una piccola provocazione all’industria più forte che, peraltro qualche colpo in canna ce l’ha, eccome. Proprio da Taormina e poi in sala partono I ‘lanci’ de Gli invisibili appena presentato a Roma da Richard Gere e comincia il suo cammino in sala anche Angry birds, attesissimo cartone non solo per I piccoli, è poi in programmazione già da lunedì in sala la riedizione di Mon oncle, un classico con Jacques Tati e tutta la prossima settimana è ricca di nuovi titoli che proseguono la programmazione, da Now you see me 2 – I maghi del crimine, sequel proprio di un successo estivo del 2013 a The Neon Demon, un horror che ha diviso a Cannes, realizzato dal regista danese di culto Nicolas Winding Refn. Tra le altre uscite, debutta L’uomo che vide l’infinito, di Matt Brown, con Jeremy Irons, caso di una mente geniale capace di superare le barrier accademiche pomuovendo una vera e propria rivoluzione scientifica. E per chi sente la nostalgia dei classici, da non rivedere solo nelle serate in piazza, non dimentichiamo Un americano a Parigi. Avanti, c’è posto. Per un buon film vale la pena di fare la fila anche d’estate…

Tags

, ,

Condividi quest'articolo

Commenti

Per poter lasciare il tuo commento devi essere registrato

CLICCA QUI PER
REGISTRARTI

Segui welovecinema

We Love Cinema